Liberrima, la libreria più bella di Lecce – Episodio #06

La mia libreria preferita a Lecce è Liberrima, una libreria moderna nel centro antico, una libreria all’ombra del barocco. Sebbene abbia una sorta di fidelity card, il che significa che ci vado spesso, tuttavia non conoscevo ancora i tipi della Liberrima. Così, ho deciso di incontrarli con la mia serie di video sulla Puglia e qui ho conosciuto Augusta, la direttrice della libreria, con la quale abbiamo chiacchierato di uno dei loro prodotti più belli: il cesto letterario.

A introdurmi ad Augusta sono state Miriam e Emmanuela di GurYou, il social media team (partner di Liberrima), che gestisce i social media della libreria: Facebook, Twitter e Blog. E già questo, per me che sono un “internet guru”, (l’ho messo tra virgolette …) piace un sacco. Abbiamo girato il video nella sezione della libreria dedicata alla Puglia e al Salento in particolare. Una sezione che presenta, secondo me, la più vasta collezione di libri sul luogo tra arte, cultura, guide, libri di ricette e di vini, musica locale. Ma non solo: potete trovare anche l’Enoteca letteraria con una bella selezione di vini di Puglia che da quest’anno vede anche qualche vino di altre regioni e una serie di prodotti gastronomici tipici locali. Insomma, se volete portarvi un bel pezzo di Puglia a casa, quando passate da Lecce entrate in Liberrima!

E per questo, la loro creazione più elegante è il cesto letterario, cui hanno dedicato anche un sito internet apposito, cesto letterario buono sia come idea regalo per Natale, ma anche come souvenir o per le occasioni importanti. Augusta mi ha spiegato come funziona nel video. Ci sono alcuni cesti già pronti, altri componibili o per dirla con linguaggio internet: customizzabili. Praticamente scegliete un vino o più, un prodotto tipico dai tarallini alle marmellate locali e metteci dentro anche un libro a vostra scelta. La composizione che ne viene fuori la vedete in alcune foto che chiudono questo articolo. Un regalo per Natale elegante, un souvenir per casa vostra elegante. E’  l’eleganza che mi piace di più di Liberrima e soprattutto di quest’angolo dedicato alla Puglia, un eleganza fatta non solo del luogo e dei libri chè quest’ultimi, quando sono insieme ai vini e al cibo, diventa elegante anche Charles Bukowski, mi direte voi. E’ l’eleganza e la cordialità delle persone che ci lavorano e che ho avuto modo di conoscere persanalmente quella che fa la differenza.

Uso le parole di Augusta: si tratta di unire il gusto di coccolarsi con regali belli. Al che mi è venuta la curiosità di farci suggerire due libri per questo Natale, proprio da Augusta. Eccoli qui.

Vinosofia di Roberto Cipresso e di Giovanni Negri, 38 dichiarazioni d’amore per 38 bicchieri di vini diversi. O viceversa, fate voi.
Neve di Fermine Maxence, la storia di un diciassettenne che lascia la sua famiglia per seguire la sua poesia per la Neve e per Neve.

Penso di leggere il secondo. Vi segnalo, per finire, i prossimi appuntamenti invernali di Liberrima: l’incontro del 28 dicembre con Antonio Caprarica che presenterà il suo libro C’era una volta l’Italia. In viaggio fra patrioti, briganti e principesse nei giorni dell’unità e il concerto di Capodanno. E di seguito altre immagini della libreria e del suo cesto letterario, enjoy!

PS: se avete dei libri da suggerire per Natale, fatelo anche voi nei commenti 😉 Liberrima la trovate in Corte dei Cicala, Centro Storico – Lecce; Telefono: 0832.242626.

Please note: I reserve the right to delete comments that are offensive or off-topic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

6 thoughts on “Liberrima, la libreria più bella di Lecce – Episodio #06

  1. Grazie per la tua simpatia per liberrima!Sei stato troppo carino.Buon Natale,se pero’ passi dalla libreria preferisco farti gli auguri di persona.

    Augusta

  2. Ciao Augusta, passerò volentieri a salutarvi e spero prima di questo Natale! Anche perchè devo prendere qualche libro per il periodo natalizio, oltre a Neve un altro. A presto 😉

  3. Gentile Fabio,

    vorrei segnalare due libri come idee regalo per queste feste natalizie. Da Liberrima ho acquistato due bellissimi testi per contenuti e qualità editoriale:la recente raccolta di poesie “Versi (di)vini. L’enoteca delle parole”, edita da Edizioni Libere. Un’affascinante viaggio nell’universo del vino attraverso le parole di autori e autrici indimenticabili. Nel testo sono presenti anche splendide illustrazioni realizzate dalla titolare della casa editrice. E poi “Viaggi e altri viaggi” di Tabucchi, testimonianza sincera e appassionata di un vissuto affascinante e avventuroso. Te li consiglio !

    Grazie per l’attenzione e buon lavoro !
    Anna

  4. (PS: se avete dei libri da suggerire per Natale…)
    Se posso permettermi di consigliare un libro per Natale, citerei sicuramente un romanzo di D’Orazio Giuseppe “Apparenza e disincanto”, caratterizzato proprio da due miracoli natalizi posti nel primo e nell’ultimo capitolo di un piccolo romanzo, bellissimo.
    Spero di ritrovarlo nel cesto letterario che vorrei regalare…

  5. Ciao Maria, grazie per la segnalazione del libro. Io ne divoro parecchi, magari lo aggiungo anche io nel cesto di Natale. A presto, Fabio.