La spiaggia e i faraglioni di Torre Sant’Andrea in Salento

La costa adriatica del Salento vi regalerà alcune tra le bellezze paesaggistiche più belle della zona. A differenza della parte del mare Ionio, la costa adriatica è più frastagliata, presenta scogli e rocce e solo a nord di Otranto le spiagge con sabbia: la bellissima spiaggia della Baia dei Turchi e la spiaggia di Torre dell’Orso. Proprio tra queste due spiagge si trova quella che per me è una vera e propria goduria visiva: i faraglioni di Torre Sant’Andrea.

Le foto che vedete in questo post le ho fatte il 13 ottobre scorso, periodo dell’anno in cui solitamente termino con il fare i bagni a mare. I faraglioni sono diversi, non saprei quantificarli. Sono situati sul versante nord del villaggio di Torre Sant’Andrea. La zona è esclusivamente scoglio e presenta un buon punto di accesso al mare proprio all’inizio dell’area dei faraglioni: si scende giù per una decina di metri fino a giungere a una piattaforma naturale di roccia. Da qui potete accedere al mare in tutta tranquillità. All’inizio l’acqua non è profonda, la sua altezza aumenta con l’aumentare della distanza dalla costa. In alcuni punti potete fare anche dei tuffi se volete e se li sapete fare. Il faraglione più bello è quello che vedete nella foto di apertura con la forma dell’arco: passateci sotto, è un’esperienza bella che si può fare soltanto in alcuni angoli del mondo. Nuotate, liberatevi, noterete cavità, grotte, piccole insenature. La sostanza di questa roccia è tale da essere malleabile facilmente dal mare e dalla sua forza. Se capitate nella giornata giusta, troverete un’acqua calma e cristallina che non dimenticherete mai più.

A pochi metri dai faraglioni si trova il piccolo centro abitato di Torre Sant’Andrea, centro abitato che mi piace definire villaggio: è davvero piccolino. Proprio al suo “centro” troverete la spiaggetta di sabbia, piccolina anch’essa, incastonata nell’altrettanto piccola baia di fronte al paese. La spiaggia non è il massimo, qui è un po’ scura, ma è un buon punto se volete riposarvi un attimo. E’ una spiaggia un po’ sui generis perchè, oltre a fornire un punto di accesso al mare ai bagnanti, è anche il porticciolo per le barche dei pescatori locali, barche che potete vedere nelle foto precedenti. Anche da qui noterete altri faraglioni in lontananza e altre cavità e grotte lungo la costa rocciosa sia a destra che a sinistra. Proprio sulla sinistra si trova il rudere della omonima torre cinquecentesca. Inoltre, proprio a ridosso della spiaggetta, troverete lo storico locale Babilonia, di giorno bar, di notte uno dei punti fermi della scena musicale locale estiva, soprattutto per il suo passato reggae: da questo locale sono passati praticamente tutti i musicisti italiani della scenza reggae, world, etno, … A sud di Torre Sant’Andrea inizia la pineta che arriva fino ai laghi Alimini.

Come arrivare a Torre Sant’Andrea
Torre Sant’Andrea è una frazione del comune di Melendugno. Per arrivare qui vi suggerisco di fare la litoranea che è bella. Se venite dalla parte nord, Torre Sant’Andrea si trova subito dopo Torre dell’Orso dalla quale dista poco meno di 4 km: da Torre dell’Orso prendete la litoranea in direzione Otranto, oltrepassate Torre Saracena (la vedrete alla vostra destra) e arriverete a un semaforo al quale svolterete a sinistra. Dal semaforo a Torre Sant’Andrea è circa mezzo km. Se, invece, venite da Otranto, quindi da sud, oltrepassate i laghi Alimini, poi Conca Specchiulla per giungere sempre allo stesso semaforo: solo che stavolta svolterete a destra. Da Otranto a Torre Sant’Andrea sono circa 14 km.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...