La sagra del maiale è una delle più belle dell’alto Salento

Me li sono fatti tutti i tre giorni della trentesima edizione della Sagra del Maiale, quella che io reputo una delle sagre più belle dell’alto Salento, se non la più bella. La sagra si svolge a Villa Baldassarri nella prima decade di settembre, è una sagra che segna un po’ anche il termine dell’estate vera e propria anche se quest’anno le temperature sono sempre oltre i 30 gradi anche in questo periodo. Ieri ci sono andato con la mia Canon (sempre più fedele) per raccontarvi e farvi vedere da vicino l’atmosfera della sagra e soprattutto i suoi prodotti in degustazione. Incominciamo (il link alla galleria fotografica lo trovate alla fine del post)

A farla da padrone, ovviamente, è la carne di maiale: porchetta, salsiccia, ventresca e pezzetti, il panino costa 3,00 €. Vista la tipologia di cibo, si capisce come questa sagra sia nata in questo periodo e non in agosto, dove le temperature sono altissime per cui risulterebbe difficile consumare la carne di maiale. Tanto che, nella mia mente, la sagra del maiale ha sempre sancito l’inizio della frescura durante la sera, segno ormai della stagione che sta cambiando. Caso a parte quest’anno, dove stiamo registrando temperature alte anche in questi giorni, temperature degne della migliore estate. La carne di maiale occupa gli spazi più visibili e grandi, ma la scelta del cibo non si ferma qui: basta camminare lungo le strade della sagra per trovare stand o bancarelle con prodotti altrettanto gustosi. In primis, per me, le lumache che in questi giorni sono state proposte sia alla genovese che arrosto. In zona le chiamiamo uddhratieddhri, nome impossibile da pronunciare per voi, garantito. Ancora: frutta di stagione come i fichi d’india, le angurie e l’uva; il gelato artigianale; l’insalata; lu mennularu, vale a dire la persona che propone la bancarella piena di frutta secca e di passa tiempu. I prezzi sono onesti, la carne è cotta bene e il resto della gastronomia stuzzica il palato.

In quanto alle bevande, trovate la birra fresca, ma soprattutto vi consiglio il vino a base negroamaro (siamo nel cuore delle Terre del Negroamaro) che quest’anno è stato quello della Cantina Sociale Enotria di Guagnano. Nel mio girovagare, però, mi sono piacevolmente imbattutto in un produttore di vino artigianale in perfetto stile garagista (foto sopra), storia questa della quale vi parlerò un’altra volta. Colpiscono molto anche altri aspetti molto local di questa sagra, come un po’ anche in altre sagre del Salento: lo stand che propone solo vino – acqua, come a voler sancire la semplicità di questa terra e della sua gente che a tavola consuma semplicemente vino oppure acqua; la disponibilità dei ragazzi che preparano e distribuiscono i panini; i camioncini di prodotti un po’ più moderni, ma che nella loro offerta non possono non inserire la cupeta; il venditore di mustazzuoli locali che possono essere chiamati anche soltanto biscuetti. E poi la musica che non può mancare in una sagra di questo paesino salentino di appena 1.000 abitanti cui io sono molto legato. Ecco le fotografie nella galleria fotografica su Facebook cliccate qui, oppure su Flickr cliccate qui. Se a settembre vi trovate in zona, fateci una capatina 😉

Festival della Notte della Taranta 2010, programma completo paese per paese

Stiamo entrando nel vivo dell’estate salentina. Vi faccio la guida completa alla Notte della Taranta 2010 nei comuni della Grecia Salentina, paese per paese, dal 13 al 28 agosto. Ecco il programma con tutti i vari musicisti della pizzica salentina che si alterneranno sui palchi per 13 giorni di balli a ritmo della taranta!

La rassegna itinerante ospita alcuni dei gruppi più rappresentativi della scena della pizzica salentina (Officina Zoè, Alla Bua, Tamburellisti di Torrepaduli, Arakne Mediterranea, Zimbaria, Menamenamò, Salentorkestra, Enza Pagliara, Ghetonìa, Daniele Durante, KamaFei, Bandadriatica), e interpreti di musica tradizionale provenienti da altre zone d’Italia (il siciliano Mario Incudine e il Gruppo Terra e il calabrese Mimmo Cavallaro TaranProject). Di seguito il dettaglio, mentre il calendario in sintesi lo trovate alla fine di questo articolo. Enjoy Pizzica!

13 Agosto | Corigliano d’Otranto
La rete dei tredici concerti prende il via, come di consueto, da Corigliano d’Otranto con l’esibizione di Calanti, Mario Salvi e i Cantori di Villa Castelli, Antonio Castrignanò che presenterà in anteprima i brani del suo secondo lavoro discografico Mara la Fatìa.

14 agosto | Zollino
Sabato 14 agosto a Zollino (Villa Comunale) serata dedicata ai gruppi vincitori della seconda edizione del concorso Note per la Notte, in collaborazione con il Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (MEI), dedicato a giovani band che rielaborano la musica popolare e realizzato nell’ambito della Taranta nella Rete. Sul palco si esibiranno Ri Briganti Band e Kachupa Folk Band. La serata ospiterà anche Manekà e Epifani Barbers.

17 agosto | Cursi
A Cursi (Piazza Pio XII) il Canzoniere Grecanico Salentino, uno dei gruppi storici della riproposta, ora guidato dal polistrumentista Mauro Durante, ospita Piers Faccini, cantautore, chitarrista, pianista, musicista curioso e versatile, ispirato da soul, blues, musica etnica, che coniuga il folk e il rock con le influenze italiane, irlandesi, russe, che albergano nella sua anima musicale, mescolando con sapienza alchemica strumenti che arrivano da tutto il mondo, come la kora (che ha imparato a suonare da Ballaké Sissoko) o il violino cinese erhu. Nel corso della serata si esibiranno anche Argalìo ed Enza Pagliara, con il suo nuovo spettacolo Unda Maris, supportata dalle installazioni pittoriche di Orodè Deoro.

20 agosto | Calimera
Venerdì 20 agosto a Calimera (Area Mercatale) il laboratorio etnico-musicale salentino Kalàscima ospita Raffaello Simeoni, cantante musicista, compositore (anche per il cinema e la televisione), esperto di flauti moderni, antichi e tradizionali, cornamuse, organetto, ciaramelle, liuti arabi, ghironda; fondatore nel 1985 dei Novalia, ha collaborato con musicisti di diverse estrazioni, del calibro di Noa, Alexander Balanescu, Ambrogio Sparagna, Lucilla Galeazzi. Sul palco anche Triace e Antonio Amato Ensemble.

21 agosto | Alessano
Sabato 21 agosto ad Alessano (Piazza Don Tonino Bello) una delle serate più attese con l’esibizione di Uccio Aloisi e Robba de Smuju e dell’Ensemble La Notte della Taranta che porterà in scena i momenti più significativi che hanno caratterizzato le edizioni del Festival dal 1999 al 2008. Durante il concerto si alterneranno momenti di grande poesia regalataci da Piero Milesi, a momenti di esplosione ritmica firmati da Stewart Copeland e Vittorio Cosma, passando per le sonorità tipicamente popolari e di grande impatto emotivo di Ambrogio Sparagna fino alla riproposta degli arrangiamenti world di Mauro Pagani. Il concerto dell’Ensemble sarà registrato e diventerà un cd grazie al sostegno del progetto “Kairos, tradizione & innovazione” finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico e promosso dal Centro Studi Kairos di Lecce, centro servizi a basso impatto ambientale per la progettazione di iniziative culturali, educative, sociali e servizi di comunicazione.

22 agosto |  Martignano
Domenica 22 agosto a Martignano (Piazza della Repubblica) tradizione ed elettronica si incontrano nel doppio concerto dei Mascarimirì, in formazione usuale, e con il nuovo progetto Tradizionale, che vede sul palco accanto alla band capitanata da Claudio Cavallo
Giagnotti
, anche la cantante Anna Cinzia Villani. A seguire, gli Insintesi proporranno i brani del cd Salento in dub, lavoro dedicato al Salento e alla musica che qui si produce rivisitata in chiave dub. Il cd ospita molti artisti, musicisti, cantanti tra i più importanti della scena reggae, popolare ed etnica, che hanno prestato le loro canzoni o le loro voci per nuovi brani. Trait d’union di questi incontri è il dub che armonizza canti di tradizione e nuove liriche in un avvolgente suono globale.

25 agosto | Galatina
Mercoledì 25 agosto a Galatina (Piazza San Pietro) serata con Sciacuddhuzzi, Arakne Mediterranea, Alla Bua. I Menamenamò ospiteranno Carlo Canaglia De Pascali cresciuto con i il gruppo fin dal ’96. Il nuovo spettacolo, da cui è nato l’album Lu tamburreddu meu, è una celebrazione del più antico tra gli strumenti della tradizione musicale salentina, e un omaggio a uno dei suoi più rappresentativi virtuosi. Caratteristica dell’album e del live è aver assunto il tamburello, tradizionalmente usato per accompagnare, come possibile protagonista che dialoga alla pari con gli altri strumenti.

26 agosto | Cutrofiano
Il Festival si concluderà giovedì 26 agosto a Cutrofiano (Piazza Municipio) con Taranta Social Club, Ariacorte e Officina Zoè. Anche quest’anno il festival incrocia, promuove e produce iniziative di carattere culturale che fanno della musica un punto di partenza ma che da qui si allargano ad altri linguaggi artistici. All’interno della manifestazione sarà presente uno spazio dedicato al Festival TNT, il primo evento nazionale dedicato ai Giovani Talenti Italiani, organizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani su mandato del Ministro della Gioventù Giorgia Meloni. Durante la Notte della Taranta, al grido di “Chi semina idee raccoglie talenti” uno street team distribuirà al pubblico più giovane migliaia di bustine di semi da coltivare. Il 28 agosto, a Melpignano, uno stand raccoglierà dal pubblico della Notte della Taranta tutte le segnalazioni delle eccellenze giovanili.

Calendario del Festival della Notte della Taranta 2010

venerdì 13 agosto
CORIGLIANO D’OTRANTO – Piazza Vittoria
Calanti
Mario Salvi e i Cantori di Villa Castelli
Antonio Castrignanò

sabato 14 agosto
ZOLLINO – Villa Comunale
Manekà
Ri Briganti Band ( La Taranta nella Rete)
Kachupa Folk Band ( La Taranta nella Rete)
Epifani Barbers

lunedì 16 agosto
CASTRIGNANO DE’ GRECI – Zona 167
Astèria
Salentorkestra
Zimbaria

martedì 17 agosto
CURSI – Piazza Pio XII
Argalìo
Enza Pagliara
Canzoniere Grecanico Salentino ospite Piers
Faccini

mercoledì 18 agosto
SOLETO – Villa Comunale
Ariantica
Ghetonìa
Daniele Durante

giovedì 19 agosto
MARTANO – Largo Santa Sofia
Stella Grande e le Anime Bianche
CantoAntico
Tamburellisti di Torrepaduli

venerdì 20 agosto
CALIMERA – Area Mercatale
Triace
Kalàscima ospite Raffaello Simeoni
Antonio Amato Ensemble

sabato 21 agosto
ALESSANO – Piazza Don Tonino Bello
Uccio Aloisi e Robba de Smuju
Ensemble Notte della Taranta

domenica 22 agosto
MARTIGNANO – Piazza della Repubblica
AriaFrisca
Mascarimirì/TRADIZIONALE
Insintesi

lunedì 23 agosto
CARPIGNANO SALENTINO
Piazza Duca d’Aosta
La Banda Wagliò
Madreterra
Mimmo Cavallaro TaranProject
KamaFei

martedì 24 agosto
STERNATIA – Villa Comunale
Briganti di Terra d’Otranto
Mario Incudine e il Gruppo Terra
Bandadriatica

mercoledì 25 agosto
GALATINA – Piazza San Pietro
Sciacuddhuzzi
Menamenamò ospite Carlo Canaglia
Arakne Mediterranea
Alla Bua

giovedì 26 agosto
CUTROFIANO – Piazza Municipio
Taranta Social Club
Ariacorte
Officina Zoè

Inizio concerti ore 21.30 – ingresso libero
Info Line 0832.821827

La Sagra te lu Purpu di Melendugno

Nel mese di agosto in Salento ci sono decine e decine di sagre paesane, piccole e grandi, incentrate su un particolare cibo e frutto. Una di queste è la Sagra te lu purpu (Sagra del polpo) a Melendugno, nei pressi delle marine di San Foca, Roca Vecchia e Torre dell’Orso. Ci sono stato e vi faccio vedere alcuni scatti te lu purpu che potete mangiare.

La Notte Bianca di Melpignano, 2010

Sabato 17 luglio torna a Melpignano (Le) per il quinto anno consecutivo Passeggiando sulla luna: dall’ex convento degli Agostiniani fino in Piazza San Giorgio e Parco della Rimembranza, tutto il centro storico del piccolo comune griko sarà costellato di incontri letterari e mostre d’arte, concerti e performance teatrali e ritmi dell’elettronica. Oltre un centinaio tra scrittori e scrittrici, musicisti e cantanti, attori e attrici, scienziati, danzatrici, artisti e artiste, dj saranno coinvolti in una notte dedicata agli astri e alle arti. Un sabato da non perdere se siete nel Salento. Ecco il programma.