Le nostre offerte per le case vacanze a Settembre in Salento

Settembre, andiamo, è tempo di andare sulla spiaggia!

Un po’ di tempo fa, scrissi un articolo eloquente: i miei 10 motivi per cui adoro settembre al mare di Torre Lapillo. L’idea mi venne una mattina di settembre appunto, mentre facevo una passeggiata in riva al mare all’alba, dalla torre di Torre Lapillo fino alla Torre Chianca verso Porto Cesareo. Passeggiavo e vedevo la spiaggia deserta o con pochissime persone, l’acqua era calda dopo i mesi torridi di luglio e di agosto (come quest’anno). Insomma, una situazione ideale. In vista dell’arrivo di questo mese di fine estate, abbiamo preparato alcune offerte speciali per voi: appartamenti, ville e villette che, se presi in determinati periodi, vi faranno trascorrere una bella vacanza vicino le spiagge del Salento di Torre Lapillo, Porto Cesareo e Punta Prosciutto. Un po’ come abbiamo fatto per giugno, possiamo proporvi dei prezzi vantaggiosi rispetto ai listini. Le offerte sono per i periodi seguenti:
– dal 02/09 al 09/09 (una settimana)
– dal 02/09 al 16/09 (due settimane)
Di tipologie di alloggi ne abbiamo diverse, pertanto: chiedete pure. E, soprattutto, se avete periodi che non sono dal sabato al sabato, potete comunicarcelo via email o nei commenti, troveremo senz’altro qualcosa da proporvi anche per periodi non sabato – sabato, anche per 10 giorni o meno.

Potete anche spingervi a Ottobre se volete o potete, vi garantisco che i primi giorni del mese di ottobre ho visto delle cose fantastiche!

Ristorante Bacino Grande a Torre Lapillo

bacino-grande-lido-torre-lapillo

Un ristorante che vi consiglio tra Torre Lapillo e Porto Cesareo in Salento è senz’altro il Ristorante Bacino Grande. Ci vado ogni tanto, soprattutto a inizio stagione estiva, prima che arrivi il clou del periodo lavorativo vero e proprio. Buona cucina e location fantastica. Di solito scelgo il pesce, ma è possibile mangiare anche piatti con verdure o a base di carne, all’insegna delle specialità gastronomiche tipiche.

A Porto Cesareo l’Aquabike World Championship GP Italy

aquabike-world-championship

Vi segnalo un grande evento che parte oggi qui a Porto Cesareo: l’UIM-ABP Aquabike World Championship GP Italy dal 2 al 4 giugno. Una delle tappe mondiali che proseguirà a Vieste nel Gargano per poi spostarsi in Asia in Cina e negli Emirati Arabi Uniti a Dubai. Ho letto in giro e mi sembra di aver capito che è uno degli eventi più importanti nell’ambito delle moto d’acqua. Porto Cesareo è in fermento: stand ovunque, gente in arrivo (lo scorso anno a Otranto ci sono stati trentamila spettatori), squadre provenienti da tutto il mondo: 110 raiders, 220 equipaggi, 30 nazioni … Per darvi un’idea, ecco un video che ho preso dall’account ufficiale di Aquabike World Championship, non so dove sia stato girato, giusto per dare un’idea di cosa fanno questi tipi!

Punta Prosciutto in Salento tra le 29 spiagge più belle del mondo

punta-prosciutto-spiagge-salento-02

E’ una sensazione piacevole quando i giornali e i magazine più importanti del mondo scrivono che la tua spiaggia è tra le più belle … del mondo! Era già successo con la spiaggia dove sono nato a Torre Lapillo, quando il The Guardian la inserì tra le 10 dieci spiagge sconosciute più belle del mondo. Adesso tocca alla vicina spiaggia di Punta Prosciutto: questa volta a scriverne è il The Telegraph secono il quale Punta Prosciutto è tra le world’s 29 best beaches, le 29 spiagge più belle, sempre del mondo …

Offerte speciali Giugno 2017 per le nostre case in affitto

casa-giusi-torre-lapillo-giardino

Con l’arrivo di Giugno 2017, arrivano anche le nostre prime offerte per le vacanze. Abbiamo selezionato alcuni alloggi con offerte speciali in termini di prezzo: se affittate in determinati periodi, possiamo proporvi dei prezzi vantaggiosi rispetto ai listini. Le offerte sono per i periodi seguenti:
dal 17/06 al 01/07 (due settimane)
dal 17/06 al 24/06 (una settimana)
dal 24/06 al 01/07 (una settimana)
Sono periodi che vanno dal sabato al sabato, generalmente affittiamo così. Nulla ci vieta, però, di considerare anche periodi diversi a giugno in base alle vostre vacanze: abbiamo alcune case e villette che possiamo anche proporre più o meno per il periodo che è più opportuno per voi, basta che ce lo comunicate. Cominciamo, ecco le offerte!

La spiaggia di sabbia di Torre Sant’Isidoro in Salento

spiaggia-sant'isidoro-salento

C’è una spiaggia sulla costa ovest del Salento, sul mare Ionio, a metà strada tra le più famose spiagge di Porto Cesareo e di Gallipoli: è la spiaggia bianca di Sant’Isidoro nel comune di Nardò. E’ una spiaggia particolare, diversa dalle solite del Salento. E’ una spiaggia piccolina, saranno circa 700 metri di lunghezza, ma di pura bellezza!

Dove si trova Sant’Isidoro

spiaggia-sant'isidoro-salento-torre

La località Sant’Isidoro si trova poco più a sud di Porto Cesareo dalla quale dista appena 5 chilometri circa. La si raggiunge facilmente percorrendo la litoranea ionica che in questa parte di Salento prende il nome di SP286. Propriamente, la località si chiama Torre Sant’Isidoro: come quasi tutte le località di mare del Salento, prende appunto il nome dall’omonima torre di avvistamento costiera costruita nel passato per controllare gli eventuali sbarchi di pirati. Fa parte del comune di Nardò, ma in realtà è più vicina ai paesi di Copertino e Leverano oltre che a Porto Cesareo.

Come è la spiaggia di Sant’Isidoro

A Sant'Isidoro … #spiagge #santisidoro #salento #thepuglia #stayciao iniziamo l'anno nuovo!

Un post condiviso da fabio ingrosso (@fabioingrosso) in data:

E’ una spiaggetta lunga circa 700 metri, composta quasi interamente da sabbia. La particolarità di questa spiaggia è quella, secondo me, di avere una tra le sabbie più bianche e fini di tutto il Salento. Non esagero, date un’occhiata alle fotografie che compongono questo articolo per rendervi conto. E poi, è un angolo caraibico di casa nostra: la torre costiera a delimitare la parte sud della conca di spiaggia, un isolotto in mezzo al mare, l’acqua bassa all’ingresso a mare. Decisamente fantastico! Circa la chiarezza della sabbia me ne hanno dato prova diversi scatti fotografici che ho fatto nel corso di questi anni con condizioni climatiche diverse. La litoranea costeggia la spiaggia, pertanto vi consiglio una capatina qui anche se siete soltanto di passaggio. In estate parte di questa spiaggia è attrezzata, la restante parte è libera. Ma, come sempre vi dico: in agosto è bolgia di gente, ok?

Cosa trovo a Sant’Isidoro

spiaggia-sant'isidoro-salento-puglia-vacanze

Sant’Isidoro è una piccola località di mare che durante l’estate si popola di persone del luogo e di turisti. In paese trovate tutti i servizi principali come: spiaggia attrezzata, villaggi, b&b, affittacamere, supermercato, pescheria, appartamenti e villette. Nel caso aveste esigenze particolari, Porto Cesareo e vicinissima e la potete raggiungere in un batter d’occhio.

Località vicine da vedere

spiaggia-sant'isidoro-salento-puglia

Quella precedente è una foto di tutta l’insenatura di sabbia di Sant’Isidoro. Perdonate se è un controluce, ma rende comunque l’idea della tipologia di spiaggia di cui stiamo parlando (e poi, anche i controluce hanno il loro fascino …). Se decidete di alloggiare a Sant’Isidoro, vi suggerisco tantissimo di fare delle capatine alle spiagge belle vicine: Porto Cesareo, Torre Lapillo e Punta Prosciutto a nord; Porto Selvaggio, Santa Caterina, Santa Maria al Bagno e Gallipoli a sud. Inoltre, a pochi chilometri avete paesini tipici salentini pieni di eventi e sagre durante la bella stagione.

Se vi servono informazioni, chiedete pure.

Matrimonio in Puglia tra masserie, castelli, spiagge e ulivi secolari

matrimonio-puglia-salento

Sono stato contattato da Elena che si occupa di servizi di wedding planning per il matrimonio in Puglia e mi è venuta l’idea di farle delle domande per capire meglio il settore. Sposarsi in Puglia in masseria o nei castelli, fare un matrimonio sulla spiaggia o tra gli ulivi: è diventata una tendenza molto richiesta tra gli italiani e gli stranieri.

La Puglia sta andando bene dal punto di vista turistico. E tra le tendenze in atto c’è anche quella di sposarsi in Puglia. Quali sono le zone più richieste?
La Puglia offre molte alternative a chi sceglie di sposarsi in questa stupenda regione e da un po’ di tempo devo affermare, se ne sono accorti anche gli stranieri che, ammaliati dalla sua bellezza, scelgono di pronunciare il loro “sì” in questa terra. Le zone più richieste sono le zone della Valle d’Itria, come l’amatissima Polignano a Mare, ma anche Monopoli, Savelletri, Ostuni, Alberobello e Conversano. Il Salento, area molto gettonata, Lecce e le sue zone limitrofe, ad incantare per la sua bellezza artistica e architettonica. Ho notato, inoltre, che le richieste nell’ultimo periodo stanno interessando anche il Gargano ricco di fascino per la sua naturale bellezza: Vieste, per esempio, la fa da protagonista. Quindi che dire? Da nord a sud la Puglia viene scelta dalle coppie di futuri sposi per i suoi scenari così unici per un matrimonio da sogno.

sposarsi-in-puglia-salento

Ecco, che cosa chiedono i futuri sposi che vogliono sposarsi in Puglia?
Emozionarsi e vivere un sogno: è questa la frase che sento spesso dire. Una coppia di sposi che sceglie di sposarsi in Puglia cerca genuinità, raffinatezza ed eleganza, che si tratti della tradizionale masseria, l’affascinante spiaggia, le tenute, i promontori a picco sul mare o ville sontuose circondate da alberi di ulivo, gli sposi vogliono farsi coccolare, con la sua tradizione vinicola e culinaria, il colore del suo mare, i profumi e i suoi imponenti uliveti. Se pensiamo alle richieste che stanno prendendo sempre più piede in Puglia, sono: sposarsi in spiaggia con la romanticissima cerimonia simbolica, per poi seguire il ricevimento di nozze in riva al mare e l’affascinante cerimonia in masseria stile country chic tra gli ulivi, i mandorli e i carrubi. Voglio ricordare però che ci sono ancora coppie di sposi che preferiscono attenersi alla tradizionale scelta di chiese, castelli e dimore storiche.

matrimonio-puglia-masseria-spiaggia

Da Justin Timberlake alla figlia del magnate indiano del ferro Pramod Agarwal: che cosa sta succedendo nella nostra regione?
Esatto, sono numerosi i vip che scelgono la Puglia, da Justin Timberlake alla figlia del magnate indiano, tra le coppie che hanno dato uno straordinario impatto mediatico alla regione, ricordiamo anche i matrimoni avvenuti nel 2016: quello di Cristel Carrisi e Davor Luksic, Flavia Pennetta e Fabio Fagnini. E numerosi saranno i matrimoni vip nel 2017 … Semplicemente perché la Puglia ti entra dentro, i suoi luoghi così suggestivi rendono unico un evento così importante come il matrimonio. Chi viene in Puglia per vacanza o curiosità, vive un esperienza così intensa che se ne innamora, proprio come se gli appartenesse. A me personalmente è successo questo, sono stata adottata da questa terra e sin da subito ne ho ammirato le potenzialità, i panorami mozzafiato, il suo cielo così intensamente azzurro, i suoi campi battuti dal sole, le pietre dal colore così unico delle masserie storiche, il sapore del cibo, l’odore del mare, degli ulivi, l’accoglienza e il calore con la quale le persone ti accolgono, la loro disponibilità … ecco, ed proprio con queste semplici qualità che se ne resta stregati. Per questo, anche secondo la mia personale esperienza, celebrità di tutto il mondo si lasciano catturare da questa magia, scegliendo la Puglia per il loro matrimonio, perché sposarsi in Puglia è un po’ come sposare la Puglia.

bouquet-matrimonio-puglia

Quale è il ruolo di una wedding planner come te?
Il ruolo della wedding planner è principalmente quello di accompagnare gli sposi nelle varie fasi dell’organizzazione del matrimonio, saper ascoltare i loro desideri, suggerire e consigliare lo stile, il gusto, senza stravolgere la loro personalità. Saper riuscire a gestire situazioni delicate in caso di pressioni ed ansie che, per ovvie ragioni, gli sposi se ne sentono sopraffatti. La mia missione è creare un giorno di gioia e felicità ed è proprio per questo che con professionalità ed attenzione cerco di trasmettere tranquillità e fiducia ai miei sposi, con la consapevolezza e la certezza di essere seguiti non solo da una consulente ma soprattuto da un’amica. Il segreto? Amore e Passione, sono le parole che mi accompagnano ogni giorno.

1-¦staff HeraEl

Infine, voglio chiederti una curiosità: quale è stata la richiesta più strana che hai ricevuto?
Sono svariate le richieste particolari ed originali che gli sposi richiedono, e per la maggior parte per noi wedding planner, tutte fattibili e realizzabili. Ma, se devo essere sincera, quella che mi ha lasciato più senza parole ad oggi, è questa: una delle mie domande di rito è quella di chiedere agli sposi “cosa posso fare per voi?” Ricorderò sempre una coppia di sposi stranieri che mi rispose con serenità e calma … “organizza e realizza tu il nostro matrimonio … noi ci fidiamo completamente di te!” Vi lascio immaginare la grande responsabilità nel riceve questa risposta, ma l’emozione nel vederli pienamente soddisfatti del lavoro creato è stata ancora più grande e unica!

Elena Le Fosse è una wedding planner in Puglia a Manfredonia. La sua HeraEl organizza matrimoni lungo tutta la regione. Tutte le foto di questo articolo sono state fornite da lei. Potete seguirla anche su Google+ e Facebook.

50 fotografie di appartamenti vacanze in Salento

appartamenti-torre-lapillo-giardino-esterno

Lavorare nel settore immobiliare in Salento mi consente di vedere alcune cose molto belle. E per cose, in questo caso, intendo case (scusate il gioco di parole tra cose caso e case!). Sì, case che alcuni proprietari curano nei particolari per darle in affitto a voi turisti che intendete trascorrere un periodo di vacanza nelle nostre zone in Puglia. Tempo fa, vi avevo accennato a dei monolocali, bilocali e trilocali di nuova e recente costruzione tra Torre Lapillo e Porto Cesareo. Ne avevo parlato in questo articolo: Nuovi monolocali, bilocali e trilocali a Torre Lapillo e Porto Cesareo. Quelli che io considero una sorta di boutique apartments, come avevo già scritto: appartamenti che hanno un carattere, un’atmosfera unica, ci si rifesce agli arredi, agli ambienti e ai servizi.

Nei mesi passati, sono stati effettuati gli shooting fotografici finali, ovvero i servizi fotografici nel dettaglio degli interni e degli esterni. In questo articolo, vi elenco alcune fotografie molto belle così vi faccio vedere la tipologia di alloggi che stiamo cercando e selezionando in Salento (di fotografie, in realtà, ho abbondato pubblicandone ben 50). Perchè sono i dettagli che fanno la differenza, no? Preparatevi a scorrere un bel po’ di immagini: ho suddiviso le foto in base agli ambienti, tipo il giardino, il soggiorno, la zona notte, … e per ogni ambiente mi sono permesso di segnalarvi dei link di approfondimento per conoscere le spiagge del Salento. Per cui, preparatevi a scorrere fino alla fine e partiamo con gli ambienti esterni!

NOTA molto importante: se volete informazioni sui nostri alloggi in affitto potete chiamare direttamente il 392.6216450, inviare una email che trovate nella pagina dei contatti oppure fare come in tanti lasciando direttamente un commento alla fine di questo articolo, vi risponderemo quanto prima.

appartamenti-torre-lapillo-veranda

appartamenti-torre-lapillo-giardino

giardino-casa-vacanza-salento

trilocale-appartamento-salento-esterno

giardino-attrezzato-casa-vacanza-salento

appartamenti-torre-lapillo-

giardino-casa-vacanza-salento-posto-auto

Le foto che avete appena visto si riferiscono all’area adibita a giardino, attrezzata con tavoli e sedute per l’esterno e posto auto. Adesso, entriamo dentro gli alloggi. Tutti gli appartamenti sono molto ben arredati con rifiniture di qualità. Vediamo la zona living, il soggiorno nel quale di solito si trascorre il tempo della giornata quando non si è al mare o in giardino. Ogni living room è attrezzato anche per ospitare uno o due posti letto in divano letto. Nei monolocali, invece, il letto matrimoniale è a vista. In alcuni appartamenti abbiamo anche il parquet. Come detto prima, comincio con il segnalarvi dei link di approfondimento e considerando che gli appartamenti si trovano nella zona di Porto Cesareo, ecco il primo suggerimento: Dove trovo le spiagge belle a Porto Cesareo, Torre Lapillo o Punta Prosciutto?

living-room-appartamenti-salento

living-room-appartamenti-salento-divano-letto

living-room-appartamenti-salento-soggiorno

living-room-appartamenti-salento-televisione

living-room-appartamenti-salento-vacanze

soggiorno-appartamenti-salento-letto

soggiorno-appartamenti-salento-sala-pranzo

soggiorno-appartamenti-salento-sala-pranzo-living

Per quanto riguarda la cucina, abbiamo cucine attrezzate con tutto l’occorrente per cucinare: dalle stoviglie alle posate fino alle comodità che si vorrebbero in un appartamento per le vacanze. Date un’occhiata qui. Se volete vedere altri alloggi dei quali ci occupiamo, cliccate su 10 case vacanze e appartamenti sul mare in Salento

angolo-cottura-cucina-vacanze-salento

appartamenti-vacanze-cucina

appartamenti-vacanze-cucina-accessori

appartamenti-vacanze-cucina-attrezzata

appartamenti-vacanze-cucina-bilocale

appartamenti-vacanze-cucina-moderna

appartamenti-vacanze-cucina-monolocale

appartamenti-vacanze-cucina-trilocale

E qui viene la zona notte. Gli appartamenti sono di tre tipologie: monolocali, bilocali e tricolali. Per i monolocali, la zona notte è all’interno dello stesso open space dove troviamo anche la zona giorno. Per i bilocali, la zona notte è separata e dispone di una camera da letto matrimoniale con l’aggiunta di uno o due posti letto. Per i trilocali, invece, la zona notte presenta due comode camere da letto doppie. Un posto che vi suggerisco di vedere se siete in vacanza nella nostra zona è questo: Porto Selvaggio, l’oasi più bella del Salento

camera-letto-appartamento-per-le-vacanze

camera-letto-appartamento-per-le-vacanze-illuminazione

camera-letto-appartamento-per-le-vacanze-monolocale

camera-letto-appartamento-per-le-vacanze-notte

camera-letto-appartamento-per-le-vacanze-salento

camera-letto-doppia-appartamento-per-le-vacanze

camera-letto-matrimoniale-appartamento-per-le-vacanze

cameretta-appartamento-per-le-vacanze

posti-letto-divano-soggiorno-casa-vacanza

E poi viene l’ultimo ambiente della casa, ma non meno importante, anzi: il bagno. Tutto nuovo e confortevole, nel quale mentre fate una doccia oppure altro … potete pensare alle 19 cose da fare assolutamente in estate in Salento da me suggerite …

bagno-appartamento-vacanze-salento

bagno-appartamento-vacanze-salento-biancheria

bagno-appartamento-vacanze-salento-estate

bagno-appartamento-vacanze-salento-nuovo

Durante il servizio fotografico, ci si è soffermati nella fotografia dei dettagli. Mi sono piaciuti alcuni particolari che vi pubblico in questo post per rendere ancora più gradevole la vista di questi alloggi. E, proprio a proposito di dettagli, ecco una nostra mini guida su Come evitare le truffe negli affitti vacanze

bed-breakfast-salento

bed-breakfast-salento-angolo-cottura

bed-breakfast-salento-angolo-relax

bed-breakfast-salento-bagno

bed-breakfast-salento-colazione

bed-breakfast-salento-camere-affitto

bed-breakfast-salento-hotel

bed-breakfast-salento-vacanze

giardino-attrezzato-villetta-salento

soggiorno-struttura-ricettiva-salento

suites-salento-hotel

suites-salento-hotel-camere

bed-breakfast-salento-cornetto

Adesso, con queste foto di dettagli, cornetti e succhi di frutta, finisce il nostro viaggio negli appartamenti in 50 fotografie. Ma non finisce il nostro lavoro di selezione di alloggi per voi e di promozione del territorio. Continuate a seguirci, commentate pure se volete maggiori informazioni su questi appartamenti più che belli!

Una cosa segreta da vedere a Lecce: il Teatro Romano

teatro-romano-salento-lecce-puglia

In pieno centro storico a Lecce, camminando per le sue viuzze, può capitare di imbattersi in veri e propri capolavori della cultura e dell’arte. C’è un posto segreto, molto grande in termini di dimensioni eppure invisibile, a due passi dal Duomo e da Piazza Sant’Oronzo eppure di solito ci si passa accanto senza vederlo: il Teatro Romano. Perchè? Perchè è nascosto tra i palazzi della città barocca e per vederlo si deve sapere dove andare. E già, fin qui, abbiamo capito che a Lecce, oltre al bellissimo anfiteatro romano c’è anche un teatro romano.

Il Teatro Romano

Il monumento è stato scoperto per caso, come spesso accade nelle città italiane: si scava per ristrutturare un edificio ed ecco apparire dal suolo qualche frammento di storia. Nel caso di Lecce era il 1929 quando, a seguito di alcuni lavori, venne portata alla luce la cavea, cioè le gradinate dove prendevano posto gli spettatori. Vennero, poi, trovate anche delle statue che decoravano il teatro, statue risalenti all’età degli Antonini. In quanto al teatro vero e proprio, si pensa sia stato edificato nel I-II secondo dopo Cristo. Oggi possiamo vederne solo una parte essendo ormai costruito tutto intorno, ma si pensa potesse contenere circa 5.000 persone. Come tutti i teatri dell’epoca, qui venivano rappresentate commedie e tragedie. Per le lotte con gli animali e i gladiatori c’era l’anfiteatro.

Come raggiungere il Teatro Romano

via-arte-della-cartapesta-lecce

La strada di accesso al teatro è Via Arte della Cartapesta. Potete accedervi dalla piazzetta nei pressi della Chiesa di Santa Chiara, a due passi dalla Piazza Sant’Oronzo. Oppure dalla parte opposta, da Via Theutra. E’ una delle cose che dovete vedere assolutamente quando siete a Lecce, pertanto: inseritelo nel vostro tour della città antica. Vedendo la mappa, può sembrare anche che si possa accedere da Via degli Ammirati, ma non è possibile in quanto quel pezzo di strada per arrivare al teatro non è aperto al pubblico.

Museo del Teatro Romano

teatro-romano-lecce

In Via degli Ammirati, però, potete visitare il Museo del Teatro Romano. Il museo espone: alcuni reperti trovati durante gli scavi; l’esposizione intitolata “Roma, la scena della vita”; alcune maschere teatrali provenienti dalla Villa Adriana a Tivoli; un plastico che ricostruisce Lecce in età imperiale romana (Lecce che a quel tempo si chiamava Lupiae).

Potrebbe anche interessarvi questo mio post: 3 cose da vedere assolutamente a Lecce. Se vi servono informazioni e suggerimenti, chiedete pure.

La prima foto del post è stata scattata da Antonio Vaccarini, le altre sono mie.

Breve storia per conoscere Porto Cesareo in Salento

pajara-cavallo-campagna-salento

Quando si va in vacanza in Salento è bene conoscere questo luogo da tutti i punti di vista, anche quello storico. Ecco perchè in questo post vi scrivo dei brevi cenni storici della città di mare di Porto Cesareo in Salento. La storia di Porto Cesareo affonda le sua radici fin nell’età di bronzo. Si sono succeduti i Messapi, i Romani, sono arrivati i pirati, poi i briganti. Un viaggio affascinante da conoscere quasi quanto le sue bellissime spiagge. Cominciamo.

L’età Messapica – Magna Grecia
L’area era già abitata fin dai tempi più antichi nei pressi di Scalo di Furno e della Penisola della Strea, dove sono stati ritrovati alcuni insediamenti di Messapi e Japigi risalenti dal XVIII sec. a.C. (età del bronzo) al X sec. a.C.

L’età Romana

colonne-romane-porto-cesareo

Le prime tracce della città di Porto Cesareo si hanno al tempo dei Romani, le ha segnalate direttamente Plinio nel suo libro Naturalis Historia, libro III, 11, 99, 101. Il suo nome antico era Sasinae Portus, il Porto di Sasina. Probabilmente, i primi abitanti del porto vennero dall’isola di Saseno, un’isola nella Baia di Valona, intorno al X-VII sec. a.C. La tradizione vuole che i Sasinesi fossero un gruppo etnico fiero e coraggioso, di audaci navigatori e pescatori che non vollero sottomettersi ai Gallipolini, gelosi per la pesca del tonno. Dell’epoca romana non resta alcuna traccia tranne sette colonne monolitiche di marmo cipollino immerse nel mare, e questo nonostante Portus Sasinae era un importante scalo portuale per il commercio di prodotti agricoli delle zone interne.

Il Medioevo

chiesa_della madonna_del_perpetuo_soccorso

Nei secoli successivi la zona cadde in decadenza e abbandono a causa dell’impaludamento e delle scorrerie dei pirati. Intorno all’anno 1000 giunsero alcuni monaci basiliani che vi costruirono un’abbazia che utilizzarono fino al XV secolo, cioè fino a quando la località passò in mano al Principe di Taranto Giovanni Antonio Orsini. Nel 1483 Algerberto del Balzo comperò l’intero feudo con la città di Nardò. Dopo pochi anni, nel 1500, Re Ferdinando di Aragona e la Regina Isabella di Chiaromonte concedettero tutto il feudo di Nardò a Bellissario Acquaviva di Aragona per il suo aiuto offerto nella guerra d’Italia. Fu in questo periodo che iniziò la costruzione delle torri costiere (Torre Cesarea, Torre Chianca o di Santo Stefano, Torre Lapillo o di San Tommaso, Torre Castiglione) che caratterizzano il panorama costiero salentino. Fino al 1700 il feudo rimase in abbandono per la malaria e soprattutto per le continue incursioni dei pirati.

L’età moderna e contemporanea

~ Punta Prosciutto Beach ~ #thepuglia

Una foto pubblicata da fabio ingrosso (@fabioingrosso) in data:

Intorno alla metà del XVIII secolo la zona tornò a ripopolarsi solo stagionalmente, grazie a una tonnara che attirò alcune famiglie di pescatori, soprattuto di Taranto, che occuparono la penisoletta dell’attuale abitato di Porto Cesareo. Dopo una serie di passaggi di proprietà tra gli antichi proprietari feudali della zona, nel 1847 il tribunale di Lecce mise all’asta tutti i beni del Barone Ruggiero della Ratta: il barone aveva dilapidato al gioco tutta l’immensa fortuna accumulata dalla sua famiglia. I beni della zona di Porto Cesareo furono aggiudicati ai signori Giuseppe De Paolis e Vincenzo Berardini. Ma già l’anno successivo, il 25 settembre del 1848 i beni furono ceduti a Don Francesco Muci, un ricco signore di Nardò che si aggiudicò tutta la proprietà sita nella spiaggia di Cesarea. Nell’atto di vendita si ha la prima descrizione dettagliata della zona e dei suoi casamenti: “Una locanda confinante da Oriente a Mezzoggiorno col lido del mare Ionico composta di vari membri inferiori per uso di abitazione dei passeggeri, stalle, mulino in ordine, forno, stanze per i marinai, cucina, cisterna, con una stanza a uso di bettola; nonchè altri locali attaccanti da settentrione con la suddescritta locanda ma che si affittano separatamente dalla stessa e da oriente col lido del mare Ionico, nelle cui adiacenze vi è una cappella con arredi sacri, costituiti da 14 candelieri, un Crocefisso, … E poi, vi è la Casa delle Cozze”… Era il primo nucleo abitativo di Porto Cesareo. Successivamente, verso la fine del XIX secolo, i terreni attorno vennero frazionati e venduti alle famiglie di pescatori: cominciava a svilupparsi il primo impianto urbano. L’abitato si sviluppò fino a contare qualche centinaio di persone e fu costruita la chiesa intitolata a Santa Maria di Cesarea. Ulteriori informazioni qui

La rivolta di Arneo
Durante il periodo fascista ci fu l’evento più importante della zona: la bonifica dell’Arneo, il territorio della campagna tutto attorno a Porto Cesareo. Il centro crebbe notevolmente in importanza grazie al suo porto peschereccio e soprattutto cominciò a crescere dal punto di vista turistico balneare. Iniziava ad essere chiamato Porto Cesareo.

Porto Cesareo oggi
Oggi Porto Cesareo è una delle destinazioni turistiche estive più importanti della Puglia con i suoi 18 km di spiaggia dorata in parte attrezzati e acqua molto limpida, fronteggiate da un arcipelago di isolotti ricchi di vegetazione e di fauna che conta specie molto rare. Dal 1997 il Comune è sede di una delle 20 aree marine protette d’Italia per la presenza di una ricchissima e diversificata comunità marina di elevato valore biologico. Di Porto Cesareo fanno parte le spiagge di Torre Lapillo e Punta Prosciutto.

Le informazioni per scrivere questo post le ho prese in parte da Wikipedia, in parte dalla pubblicazione di Gigi Pasanisi, Porto Cesareo dalle origini ai giorni nostri, Edizioni Grifo del 2011.

Vi segnalo questi link dove approfondire la conoscenza di Porto Cesareo:
Vacanze Porto Cesareo
Vacanze Torre Lapillo
Vacanze Punta Prosciutto

La foto delle colonne romane è dell’AMP Porto Cesareo, presa dal sito Parks.it.