Visitare il Salento a suon di reggae

Il Salento è la culla del reggae italiano al punto da essere ribattezzato la Jamaica d’Italia. Il fenomeno nasce alla fine degli anni novanta e si sviluppa nella zona del leccese da cui si diffonde ben presto in tutta l’Italia, grazie anche alla crescente fama del gruppo dei Sud Sound System. In particolare, le radici del fenomeno sono nei pressi della marina di Melendugno, a circa una trentina di chilometri da Lecce, sulla costa adriatica. In quei luoghi, da vent’anni a questa parte, si ritrovano tutti gli appassionati di reggae per condividere l’amore per la musica e stare assieme.

I Sud Sound System esordiscono nel 1991. Sono della provincia di Lecce e creano un raggamuffin contaminato con sonorità tipiche del Salento. Il sound jamaicano si mescola a elementi della pizzica e al dialetto salentino, con cui vengono scritti i testi. Tra le migliori band del momento, ci sono i Boomdabash, che in principio erano Biggie Bash, Payà e Mr. Ketra, accompagnati da dj Blazon e che ora vedono la collaborazione di Treble o Lu professore. I Kaya Killa hanno partecipato alla compilation Salento show case, prodotta dai Sud Sound System, col pezzo Tocca cu fusci. Lu Ciosa, elabora un genere personale definito raggahiphop. Attualmente le cose stanno cambiando, come spiega Ombra aka Shade in un’intervista: “Oramai la scena reggae salentina è diventata molto commerciale, iniziando dalla scomparsa del vinile che oggi è sempre più raro trovare dietro una console ma che per me conserva sempre il suo fascino, con un suono molto più caldo e avvolgente di un comunissimo cd”

Importanti festival animano le serate estive. Il Gusto Dopa Al Sole è un vero e proprio laboratorio artistico dove si susseguono i concerti ai contest. Lo scorso anno hanno calcato il palco anche Caparezza, Africa Unite e Nina Zilli. Ha luogo ad agosto ed è itinerante. Il costo del biglietto è di 15 euro, incluso campeggio 100 euro circa. A Gallipoli, nel magnifico scenario del Parco Gondar, c’è uno spazio dedicato alle manifestazioni musicali. Gli artisti che si sono esibiti in questi tre anni di attività sono J-Ax, Sud Sound System, 99 Posse, solo per citarne alcuni. Quest’anno si esibiranno gli Skunk’Anansie, il 14 agosto, e gli Ska-P, il 17 dello stesso mese. Il costo del biglietto per il 17 è di 20 euro più prevendita. Per il pernottamento si può scegliere tra i numerosi B&B di Gallipoli. Il Salento Summer Festival, nasce grazie all’idea di tre amici che nel 2001 trasformano la loro passione per la musica in un vero e proprio evento che è diventato un appuntamento fisso per gli amanti del genere. Prozac+, Modena City Rambler, Sud Sound System, sono solo alcuni degli artisti che hanno calcato il palco di questo festival. Il costo del biglietto è di circa 22 euro più prevendita. Solitamente si svolge a Lecce, l’edizione passata era al Gondar e quella del 2011 alla Masseria Solicara.

Per arrivare nel Salento in auto si può percorrere l’autostrada A 14 e a Bari nord proseguire sulla superstrada Brindisi-Lecce. Col treno si arriva direttamente alla stazione di Lecce, mentre in aereo si può scegliere di atterrare a Bari, per poi proseguire in autobus o treno, o anche a Brindisi, da cui poi si raggiunge Lecce sempre con autobus o treno. Seguite questo blog per tutte le informazioni sul Salento!

Carlo Pandian
Migrante italiano che vive a Londra e ama visitare il Salento durante l’estate. Grazie ai voli low cost di momondo e all’enorme quantità di informazioni presenti nel web, Carlo scende in Puglia ogni anno e non si perde le incredibili serate a suon di musica reggae. Consiglia inoltre tutti i lettori di affittare un casa in campagna e di apprezzare la cucina pugliese, in particolare le orecchiette alle cime di rapa e le friselle con i pomodorini.

La prima foto è di Ramocchia, la seconda di Nadal92

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *