Andate a mangiare al Ristorante Cibus di Ceglie Messapica

Era da un po’ di tempo che volevo andarci e alla fine ce l’abbiamo fatta: Ristorante Cibus di Ceglie Messapica. Così, dopo una serie di suggerimenti di alcune persone e qualche lettura su riviste e guide del settore, si decide lunedì di andare a pranzare al Cibus, ristorante che ve lo dico già: è da andarci, garantito al 100 per cento!

Collocato nel centro storico della bella cittadina di Ceglie Messapica, nella valle d’Itria a ridosso del Salento, è un ristorante questo che coniuga bene la tradizione della cucina vera pugliese con un pizzico di modernità. Un ristorante che ti accoglie e ti mette a proprio agio con il suo arredo locale, libri da sfogliare e ottima disponibilità del personale. Ecco cosa abbiamo avuto modo di gustare a pranzo, faccio l’elenco. Siamo partiti con un aperitivo con diverse portate: ricottina con mandorle tostate, insalata di grano, stracciatella con tartufi, frittatine, carpaccio di funghi, caciocavallo podolico, olive nere, pane e senz’altro mi sfugge qualcosa. Fatevi gli occhi con questa carrellata di fotografie.

Per primo, delle sagnapente con ricotta forte, mollica di pane fritto e ragù che scopro qui che Luciano Pignataro ne parla così: “la sagna penta è il risultato di una destrutturazione della tradizionale lasagna della Pentecoste, in cui la carne era sostituita, per motivi religiosi, da mollica di pane fritta con aglio e sugna”. Nelle foto seguenti, le sagnapente e un altro primo a base di orecchiette.

Il tutto bagnato da un Oltremè Rosso IGT Salento, Susumaniello al 100% di Tenute Rubino. Vino prodotto nella zona di Brindisi, tempo fa ci andai anche a vedere i vigneti vicino al mare Adriatico, cliccate qui.

E, a proposito di vino, e qui che conosciamo Angela e Angelo, i proprietari di Cibus, disponibilissimi a conversare con noi di prodotti tipici, di tradizione locale e delle prospettive dell’agroalimentare. Tanto che, ci fanno vedere la cantina sotterranea, a mio avviso un luogo magico, piena di bottiglie d’annata, bottiglie di qualità, bottiglie storiche. La mia attenzione non può che soffermarsi sul “Patriglione”, una delle prime bottiglie importanti di Puglia, prodotta nel mio paese di origine, Guagnano, dall’Azienda Agricola Taurino. Insomma, storia, emozioni.

Terminiamo con un caffè accompagnato dal Biscotto di Ceglie Messapica, una chicca culinaria che è anche Presidio Slow Food. Consiglio il ristorante se siete in Valle d’Itria a trascorrere la vostra vacanza in Puglia. E poi, la campagna qui è semplicemente …meravigliosa, sarà molto gradevole per voi perdervi tra tutti gli ulivi secolari.

RISTORANTE CIBUS
Via Chianche di Scarano, 7
72013 Ceglie Messapica (BR)
+39.0831.388980
http://www.ristorantecibus.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *