Cosa vedere in Piazza del Duomo a Lecce

piazza-duomo-lecce-salento

Inizio così il mio viaggio che nei prossimi mesi mi porterà a raccontarvi la mia città, Lecce. La città da vedere assolutamente quando venite in vacanza in Salento. Il centro di Lecce è una storia a sè, perdersi nei suoi vicoletti vi farà assaporare il sapore vero di una città barocca, ma non solo. Camminando per il centro storico vi capiterà di trovarvi di fronte a una delle piazze più belle d’Italia: Piazza Duomo.

piazza-duomo-lecce-ingresso

La piazza è una piazza chiusa, cioè completamente chiusa da tre lati e dispone soltanto di un accesso laddove Via Giuseppe Libertini incontra Via Vittorio Emanuele II. Un tempo la piazza era una sorta di cortile aperto di giorno e chiuso di notte attraverso delle porte, delle quali sono ancora oggi visibili i grandi mozzi. E’ una piazza barocca che al suo interno ha il Duomo di Lecce, il Campanile, l’Episcopio e il Palazzo del Seminario.

Duomo di Maria Santissima Assunta

facciata-laterale-duomo-lecce-salento

facciata-laterale-duomo-lecce-particolare

facciata-laterale-duomo-lecce-particolare-statua

facciata-laterale-duomo-lecce-particolare-ingresso

Al centro della piazza c’è il Duomo di Lecce che è la cattedrale della città. L’edificio è stato edificato nel 1144 dal vescovo Formoso e ricostruito nelle forme barocche nel 1659 dall’architetto Giuseppe Zimbalo. Lo Zimbalo è l’architetto più famoso e imitato del barocco leccese: se girate per il centro storico di Lecce, troverete numerose sue opere tra cui la chiesa del Rosario, la facciata inferiore del convento dei Celestini, la colonna di Sant’Oronzo, …. La cosa più curiosa della piazza e la falsa facciata del Duomo, mi spiego meglio. Entrando in piazza, troverete proprio di fronte a voi il duomo con una fantastica facciata in stile barocco. In realtà, questa non è la facciata della chiesa e ve ne accorgerete entrandoci dentro: la porta d’ingresso vi farà accedere direttamente nella navata laterale della Chiesa! La vera facciata è laterale, non visibile all’ingresso della piazza, questa che segue nelle foto.

duomo-lecce-facciata-campanile

duomo-lecce-facciata

duomo-lecce-facciata-ingresso

Visto? Decisamente meno artificiosa e più sobria di quella che vediamo all’ingresso della piazza. I costruttori si concentrarono a sviluppare meglio la facciata maggiormente visibile, rendendola un tripudio del barocco leccese. La soluzione scenografica venne adottata per evitare che il visitatore si trovasse di fronte ad un muro piatto e senza decori all’ingresso in piazza. Per entrare nel Duomo, utilizzate la porta della falsa facciata e ricordatevi che entrate in un luogo sacro, pertanto: non fate rumori e schiamazzi, non è possibile fare foto. Ho trovato comunque online su Wikipedia questa foto così vi fate un’idea dell’interno di questa splendida chiesa. L’interno, a croce latina, è a tre navate. Ha ben 12 altari, più quello maggiore, ed è ricco di opere pittoriche realizzate da artisti locali dell’epoca.

Il Campanile

campanile-duomo-lecce-salento

campanile-piazza-duomo-lecce

Alla sinistra del Duomo c’è il Campanile. Fu costruito tra il 1661 e il 1682 da Giuseppe Zimbalo su incarico del vescovo della città, Luigi Pappacoda. Venne edificato in sostituzione di quello normanno, crollato agli inizi del Seicento. Ha un’altezza di 72 metri.

Episcopio

lecce-episcopio-palazzo-vescovado

L’Episcopio è il palazzo in cui ha la residenza l’arcivescovo di Lecce e si trova a destra del Duomo.

Il Palazzo del Seminario

lecce-palazzo-seminario-museo-diocesano

Il Palazzo del Seminario è un palazzo storico costruito tra il 1694 e il 1709 sempre in stile barocco leccese. Si trova alla destra dell’Episcopio, in Piazza Duomo. Al suo interno c’è il Museo diocesano di arte sacra, nato del 2004 in occasione della Triennale di Arte Sacra Contemporanea. Conserva le principali opere d’arte a soggetto sacro provenienti dagli edifici religiosi urbani. All’interno del palazzo c’è anche un bellissimo Chiostro da vedere assolutamente.

lecce-trenino-tour-turistico

Orario di apertura al pubblico del Palazzo del Seminario
Visita al Chiostro
– periodo invernale: dalle ore 09.30 alle ore 12.00; dalle ore 16.00 alle ore 19.00
– periodo estivo: dalle ore 09.30 alle ore 12.00; dalle ore 17.00 alle ore 20.00
Visita al Museo
– periodo invernale: dal martedì al sabato dalle ore 09.30 alle ore 12.30; dalle ore 16.00 alle ore 19.00. Aperto la domenica solo su prenotazione
– periodo estivo: dal martedì al sabato dalle ore 09.30valle ore 12.30;dalle ore 17.00 alle ore 20.00. Aperto la domenica solo su prenotazione
Ingresso a pagamento con riduzioni per gruppi organizzati, anziani, bambini:
– € 1,00 per la visita limitata al piano terra: chiostro, cappella, sale della galleria d’arte sacra contemporanea
– € 4,00 per la visita da effettuare anche al museo diocesano, che espone arredi sacri, argenti, dipinti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *