Dove e come sono le spiagge delle Maldive del Salento?

Guida a una delle spiagge più belle del Salento a Pescoluse

spiaggia-pescoluse-maldive-del-salento

Considerando che ogni anno ci chiedete in agenzia a Torre Lapillo: “Ma, dove sono le Maldive del Salento?”. Inoltre: “Come sono le Maldive del Salento?”. Vi vengo incontro spiegandovi tutto in questo post mini guida alle Maldive del Salento. Cominciamo!

Dove sono le Maldive del Salento

Le Maldive salentine si trovano a Pescoluse, una località di mare che è una delle marine di Salve, un piccolo paesino del Sud Salento. Pescoluse si trova tra Torre Vado e Torre Pali, sulla costa ionica del Salento. Per darvi un’idea geografica più facile, le Maldive del Salento si trovano lungo il tratto di costa tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, molto più vicine a quest’ultima visto che ne distano appena 10 chilometri circa.

Come sono le Maldive del Salento
maldive-del-salento-spiaggia-pescoluse

Da quanto ne so io, alcuni intendono per Maldive del Salento soltanto la spiaggia subito a nord di Pescoluse dove si trova l’omonimo stabilimento balneare Maldive del Salento (che ringrazio per avermi fornito le immagini presenti in questo post). Altri, invece, identificano con questo nome tutta la spiaggia che da Pescoluse va fino a Torre Pali a nord e fino a Torre Vado a sud. In ogni caso, la sostanza non cambia, la spiaggia è sempre quella anche se nei pressi di Pescoluse crea degli effetti cromatici fantastici. Si tratta di spiaggia sabbiosa con dunette e acqua cristallina come in tutto il Salento d’altronde. Il litorale di questa zona è basso e sabbioso, lungo circa 5 chilometri, in alcune zone ci sono anche delle grotte carsiche. La zona è indicata per chi vuole trascorrere una vacanza relax sulla spiaggia. Qualora voleste alloggiare in quest’area, vi suggerisco di dare un’occhiata agli appartamenti e alle case affittate dai privati e dalle agenzie. Sono presenti anche diversi alberghi, bed & breakfast e, appena poco nell’entroterra, anche agriturismi e camping.

Come arrivare alle Maldive del Salento
spiaggia-maldive-del-salento

Quindi, appurato che le Maldive del Salento sono a Pescoluse, come faccio ad arrivarci? Senz’altro, arriverete dal nord, anche perchè non potreste arrivare da un’altra parte considerando che siamo nella parte finale della Puglia. Giunti a Lecce, avete due opzioni da seguire.
A) Opzione percorso 1: da Lecce, prendete la superstrada SS101 fino a Gallipoli, proseguite lungo la SS274 in direzione Santa Maria di Leuca. All’altezza di Ugento, cominciate a drizzare le orecchie: arrivati a Salve, svoltate a destra seguendo le indicazioni Pescoluse. Questo percorso è lungo 77 chilometri.
B) Opzione percorso 2: da Lecce, prendete la superstrada SS16 fino a Maglie, qui proseguite lungo la SS275 in direzione Santa Maria di Leuca. Arrivate all’altezza di Montesardo, dopo Alessano, e svoltate in direzione Ruggiano > Salve > Pescoluse. Questo percorso è lungo 69 chilometri.

Dei due percorsi che vi propongo, come avete letto, il primo è più lungo, ma credo che sia anche leggermente più veloce. Per quanto riguarda la spiaggia, avete bisogno della macchina per raggiungerla. Potete parcheggiare nei numerosi stabilimenti balneari attrezzati lungo la costa. Se vi volete fare un’idea, su TripAdvisor ci sono centinaia di commenti. Scrivete nei commenti di questo post le vostre opinioni sulle Maldive del Salento, mi raccomando!

5 post di spiagge salentine che avete letto di più nel 2014

spiaggia-anno-nuovo-2015-thepuglia

A inizio anno, come al solito, si fanno i resoconti dell’anno precedente. Uno di questi è vedere quali sono stati i post più letti di un blog, ad esempio. E anche noi facciamo questa classifica speciale dei più letti, in particolare mi soffermo sui post che descrivono le spiagge belle del Salento. Ecco i più letti del 2014.

5) La spiaggia di Torre dell’Orso

Si trova lungo la costa adriatica del Salento, a pochi chilometri da Lecce: un’insenatura mozzafiato! In questo post tutte le informazioni utili su questa spiaggia.

4) Elenco di tutti i lidi balneari di Porto Cesareo e dintorni

Avete letto in tantissimi questo post che elenca tutti gli stabilimenti balneari della nostra zona, un buona guida per trovare quello che fa per voi: dagli stabilimenti balneari per la famiglia a quelli più movida style, a Porto Cesareo troverete senz’altro quello che cercate.

3) La spiaggia di Baia dei Turchi

Si trova qualche chilometro a nord di Otranto, sempre lungo la costa adriatica. La Baia dei Turchi è un paradiso della natura, nei pressi dei laghi Alimini. Una spiaggia da vedere assolutamente almeno una volta nella vita!

2) Dove trovare le spiagge belle a Porto Cesareo?

E a Torre Lapillo? E a Punta Prosciutto? In questo post vi guido alla localizzazione esatta delle spiagge belle della parte ionico salentina, dove la nostra agenzia opera nella gestione di case vacanze e ville per le vostre vacanze in Salento.

1) Le mie 10 spiagge preferite del Salento

Il mio elenco del tutto personale di spiagge belle del Salento, quelle che amo di più, quelle alle quali sono più legato e che conosco meglio. Quest’anno vorrei aggiornarlo e ampliarlo perchè nel frattempo ne ho scoperte altre …

E voi? Avete da suggerire qualche altra spiaggia? Buon Anno Nuovo!

6 spiagge belle di Gallipoli in Salento

spiaggia-seno-della-purità-gallipoli

Le spiagge di Gallipoli sono tra le spiagge più belle di tutto il Salento. A Gallipoli non c’è solo una spiaggia, ma diverse spiagge e insenature di sabbia e di scogli. La spiaggia più lunga è più conosciuta è la spiaggia di Baia Verde, ma ce ne sono altre che vi segnalo in questa mini guida: spiaggia di Lido Conchiglie, spiaggia di Padula Bianca, spiaggia di Rivabella, spiaggia della Purità, spiaggia di Punta Pizzo. Oltre alla spiaggia di Baia Verde, naturalmente. Le spiagge sono elencate partendo da nord di Gallipoli e muovendosi in direzione sud verso le marine delle Maldive del Salento. Cominciamo!

Dove si trova Gallipoli?

Gallipoli si trova sulla costa ionica del Salento. La si raggiunge da Lecce facilmente attraverso la superstrada Lecce – Gallipoli SS101. Idealmente, Gallipoli si trova a metà strada tra Lecce e Santa Maria di Leuca. La costa di Gallipoli è lunga parecchi chilometri: ce ne sono alcuni con sabbia bianca e fine, altri con scoglio basso, soprattutto nei pressi del nucleo abitato della città. Le spiagge belle sono lungo la costa nord e lungo la costa sud: praticamente, spostandosi di qualche chilometro a nord trovate già spiagge di sabbia così come anche spostandovi di qualche chilometro verso sud. L’unica spiaggia dentro Gallipoli stessa è la piccola spiaggia della Purità, una chicca fantastica.

1) Spiaggia di Lido Conchiglie
Lido Conchiglie è un paesino che dista circa 7 km a nord di Gallipoli. E’ una frazione del comune di Sannicola, alle porte di Gallipoli. Percorrendo la litoranea da Porto Cesareo verso Gallipoli, Lido Conchiglie si trova subito dopo Santa Maria al Bagno e la Montagna Spaccata. La costa è lunga qui un paio di chilometri, caratterizzata da: tratto sabbioso con spiaggia attrezzata e anche libera; tratto di scogliera bassa; un piccolo tratto di scogliera un po’ più alta, ci sono posti in cui potete fare anche dei tuffi. La spiaggia di sabbia è più verso sud, verso Padula Bianca. Alloggi: il centro abitato è sul mare, per cui trovate case vacanze e appartamenti a ridosso della spiaggia. Ci sono anche alcuni hotel e b&b.

2) Spiaggia di Padula Bianca
spiaggia-rivabella-gallipoli-salento

Padula Bianca è la prima località facente parte del comune di Gallipoli che si incontra spostandosi verso sud da Lido Conchiglie. La spiaggia qui è lunga poco meno di 3 km, tutta con sabbia e dune con macchia mediterranea. Padula in dialetto salentino significa palude, ciò che era questa zona prima della bonifica. Anche qui avete sia spiaggia libera che spiaggia attrezzata. Alloggi: Padula Bianca è una zona urbanizzata irregolarmente, non troverete un nucleo abitato centrale, ma case vacanze e villette sparse lungo le vie che portano verso il mare.

3) Spiaggia di Rivabella
rivabella-spiaggia-di-gallipoli-salento

Spostandoci poco più a sud troviamo la spiaggia di Rivabella, un centro abitato di seconde case estive. E’ una spiagga molto bella con dune e mare cristallino e sabbia bianca. Verso Gallipoli, ci sono della calette con sabbia e scogli e acqua bassa degradante. A Rivabella ci sono parecchi appartamenti e case vacanze in affitto oltre che hotel e camping. La zona è abbastanza attrezzata anche in termini di shopping e supermercati. Vi è anche il Parco Acquatico Splash, un parco divertimenti con attrazioni acquatiche.

4) Spiaggia della Purità (foto in apertura del post)
Oltrepassata Rivabella, la prossima spiaggia di sabbia è la suggestiva spiaggia della Purità o della Puritate come la chiamano i locali. Si chiama anche Seno della Purità, il cui nome viene dalla vicina chiesa dedicata a Santa Maria della Purità. La spiaggia della Purità è una spiaggia interna al centro storico di Gallipoli, una particolarità tutta da vedere. Si trova ai piedi delle mura, a ridosso di ristoranti e locali sul mare. Dovete per forza fare una tappa qui: andate a visitare il centro storico di Gallipoli, fate un bagno alla Puritate e poi fermatevi a pranzare in una della tante trattorie vista mare ad appena 10 metri dalla spiaggia. E’ proprio una bella esperienza!

5) Spiaggia di Baia Verde
baia-verde-samsara-beach-gallipoli

Dal centro storico di Gallipoli, dirigetevi lungo il Lungomare Galilei sempre verso sud. Dopo un paio di chilometri circa di scogli bassi, troviamo San Giovanni, quindi la fantastica spiaggia di Baia Verde. E’ una Baia lunga chilometri, tutta sabbiosa. Al centro della Baia sorge il centro abitato che prende il nome proprio di Baia Verde. Tra Lido San Giovanni e Baia Verde trovate la più alta concentrazione di offerta turistica di Gallipoli: spiagge attrezzate, resort, residence, villaggi, hotel, b&b oltre a numerosi alloggi privati come case vacanze, appartamenti, villette, ville e diverse masserie poco più nell’entroterra. Baia Verde è il cuore anche della movida estiva italiana con i lidi e le discoteche più in voga del momento. La spiaggia è bianca con acqua bassa e cristallina e dunette con vegetazione mediterranea alle spalle: un incanto.

6) Spiaggia di Punta Pizzo
punta-lido-baia-pizzo-gallipoli-salento

Si trova all’estremità sud di baia Verde, qui il paesaggio diventa decisamente più selvaggio. La zona si chiama Parco Naturale Regionale Isola di S. Andrea e litorale di Punta Pizzo e consiste in diverse calette con spiaggia di sabbia e scogli, da Punta della Suina fino a Lido Pizzo. E’ una zona bellissima anche questa, con acqua cristallina e possibilità di fare bagni ovunque. Qui non troverete alloggi sul mare, ma troverete la natura della macchia mediterranea. Per arrivarci, dovrete prendere l’auto.

Tutte queste spiagge sono adatte sia per le famiglie con bimbi che per i ragazzi. A Gallipoli troverete numerosi stabilimenti attrezzati per chi volesse una vacanza relax sul mare, ma anche tanti chilometri di spiaggia libera (in agosto, per via dell’enorme flusso di visitatori, la spiaggia libera cambia nome in spiaggia …occupata). Gli alloggi presso cui pernottare sono di diverse tipologie, sia vicini alle spiagge che un po’ più nell’entroterra dove potete optare per le masserie e gli agriturismo. Nella zona di Gallipoli, inoltre, ci sono diverse discoteche e locali notturni tra i più rinomati per la movida estiva salentina. Se volete informazioni sulla zona, chiedete pure: sono qui a rispondervi nei commenti o in email privata!

La foto della spiaggia della Purità (prima foto del post) è di Tiziano De Matteis. La foto della spiaggia Padula Bianca – Rivabella (seconda foto del post) è di Gianfranco Di Nuzzo. La foto della spiaggia di Rivabella (terza foto del post) è di Enzo De Martino. La foto di Baia Verde (quarta foto del post) è tratta dal sito del Samsara Beach. A tutti loro va il mio ringraziamento per avermi concesso di pubblicare le fotografie.

Il Ciolo, il canyon del Salento

ciolo-santa-maria-di-leuca-salento

A Gagliano del Capo, nel sud Salento nei pressi di Santa Maria di Leuca, c’è uno spettacolo della natura: l’insenatura del Ciolo, o meglio il canalone del Ciolo. Si è creato nel corso dei secoli a seguito dello scorrere dell’acqua verso il mare. Io lo considero il piccolo Canyon del Salento! Infatti, è formato da pareti ripide e abbastanza alte, contornate da grotte, piene di vegetazione a macchia mediterranea che in alcuni casi è autoctona come il fiordaliso di Leuca.

bar-ciolo-salento

E’ uno dei miei posti preferiti del Salento questo, ci vado quasi ogni anno. Il canyon sfocia in mare presso l’insenatura del Ciolo dove vi è una spiaggetta ciottolosa incastonata in un vero e proprio angolo di paradiso. E poi c’è il ponte alto 40 metri circa dal quale, chi ci è passato lo sa, si fanno dei tuffi da capogiro! Non fateli però perchè l’altezza è proibitiva, ci si mettono a farli solo i professionisti.

ponte-del-ciolo-salento

Tutt’attorno, potete fare arrampicate lungo il canyon e immersioni lungo l’insenatura marina. Potete fare, comunque, anche il bagnetto a mare tranquillo se scendete giù alla spiaggetta dove il colore del mare e i profumi della vegetazione vi stupiranno.

spiaggetta-ciolo-salento

Io di solito ci vado a settembre, in agosto ovviamente è molto affollato. Mi piace prendere un caffè al bar lungo la sommità del ponte, sedermi di fronte al mare e godere di questa vista che è un incanto: qui il Salento si mostra in tutta la sua imponente bellezza …

ciolo-gagliano-del-capo-01

ciolo-gagliano-del-capo-02

ciolo-gagliano-del-capo-03

ciolo-gagliano-del-capo-04

ciolo-gagliano-del-capo-05

Spiaggia di Monaco Mirante, la piccola California del Salento

spiaggia-monaco-mirante-salento

Tra tutte le spiagge belle del Salento, quella di Monaco Mirante è la più suggestiva perchè unica nel suo genere e di rara bellezza paesaggistica. E’ una spiaggia che conoscono in pochissimi, per cui una di quelle spiagge belle segrete che vi suggerisco di scoprire quanto prima: una piccola California. La spiaggia di Monaco Mirante si trova tra Campomarino e San Pietro in Bevagna, qualche chilometro a nord di Porto Cesareo, vi faccio vedere un mio video brevissimo per farvi addentrare nell’atmosfera della zona.

Vi starete chiedendo: perchè Piccola California? In realtà, ho rubato il nome a un mio ospite che è stato in vacanza a Porto Cesareo l’anno scorso, non me ne voglia! Una mattina, Oscar passa dall’ufficio a Torre Lapillo per prendere assieme un caffè e mi dice: “Ieri siamo stati nella Piccola California”. Dapprima cerco di immaginare quale fosse questo posto così esotico, poi mi tocca chiedere: “Cioè, dove?”. “A Monaco Mirante”, poco più a nord di San Pietro in Bevagna. Ci sono passato diverse volte da quella spiaggia e non avevo mai avuto modo di accostare quell’angolo di paradiso alla costa californiana, forse perchè lì in California non ci sono mai stato.

spiaggia-salento-monaco-mirante

Pertanto, mi appunto di scrivere un post sulla Piccola California di Monaco Mirante ed eccomi qui. Dapprima vado su Google Street per vedere la costa della California, credo ormai di averla fatta tutta! Effettivamente, la costa è magnifica tra Los Angeles e San Francisco, un giorno vorrò andarci. La litornaea passa accanto al mare, proprio come a Monaco Mirante. Paragone a parte, con tutte le dovute cautele, a Mirante sembra di stare davvero in un altro luogo rispetto al solito Salento. Non immaginatevi le spiagge bianche e finissime di Torre Lapillo o Pesculuse, per intenderci. Qui, è diverso, ci sono diversi chilometri di sabbia intervallata da scolgi bassi, davvero: chilometri. Le regine della costa sono le dune che qui, secondo me, mettono in mostra tutta la loro massima bellezza: in tutto il Salento non ne trovate di altrettanto imponenti e selvagge. Le dune in alcuni tratti sono alte più di 12/13 metri e sono piene di macchia mediterranea con una vegetazione rigogliosissima: ginepri, gariga a timo e elicriso, nelle rupi a picco sul mare si trovano anche il limonio virgato e il finocchio marino. La zona fa parte delle Dune di Campomarino che si estendono per 41 ettari, originatesi circa 7500 – 3300 anni fa: parliamo di millenni! L’acqua del mare poi è sempre la solita color cristallo e trasparente. Di seguito tre ragioni per vedere la spiaggia di Monaco Mirante in Salento.

1) Le dune

dune-campomarino-mirante-salento

Un motivo per fare una visita alla spiaggia sono proprio le sue dune. Non è facile vederne di così alte e rigogliose. Per andare al mare bisogna scendere dune alte e sentirete tutti i profumi della macchia mediterranea. NOTA: secondo me non è una spiaggia per bimbi, se avete bimbi al seguito meglio optare per le spiagge senza scogli e piatte, mentre qui trovate rupi, dislivelli dunali sabbiosi e rocciosi.

2) La litoranea

litoranea-salentina-salento-dune-campomarino

Un’altra ragione per venire qui è la litoranea. Ho parlato diverse volte della bellissima litoranea che da Otranto porta a Santa Maria di Leuca, una strada che, per decine di chilometri, vi fa vedere sempre il mare e la scogliera a picco. Bene, la litoranea che da San Pietro in Bevagna porta a Campomarino è altrettanto bella, seppur per soli 5 o 6 chilometri. La strada è sulle dune e percorrerla richiama senza dubbio ambienti della California o deserti del Messico. Si intravede sempre il mare, una strada a circa 10 metri sul livello del mare con diversi punti sosta per scendere alla spiaggia sottostante. A me piace un sacco.

3) La tranquillità

spiaggia-mirante-salento-segreta

E’ una spiaggia tranquilla, poco battuta dal turismo di massa anche in pieno agosto. Io, ogni tanto me ne vado a settembre e vi garantisco che qui siete per davvero voi e il mare e basta. Non aspettatevi servizi tipo stabilimenti balneari, bar o ristornati: non ce ne sono. Dovete andare a Campomarino per avere tutto ciò. Vi lascio con qualche foto, parlano meglio loro di me …

spiaggia-salento-monaco-mirante-01

spiaggia-salento-monaco-mirante-02

spiaggia-salento-monaco-mirante-03

spiaggia-salento-monaco-mirante-04

spiaggia-salento-monaco-mirante-05

spiaggia-salento-monaco-mirante-06

salento-litoranea-dune-spiaggia-01

salento-litoranea-dune-spiaggia-02

salento-litoranea-dune-spiaggia-03

spiaggia-dune-salento-01

spiaggia-dune-salento-02

spiaggia-dune-salento-03

spiaggia-dune-salento-04

spiaggia-dune-salento-05

Della serie, in Salento ci sono angoli di Maldive a Pescoluse, pezzi di Jamaica a Torre dell’Orso e San Foca, scorci di Caraibi a Torre Lapillo e Punta Prosciutto e perchè no, anche tratti di una Piccola California a Monaco Mirante. Che posto che è il Salento, vi aspetto!

La spiaggia di San Pietro in Bevagna in Salento

Una delle spiagge più belle a nord di Porto Cesareo in Puglia

spiaggia-san-pietro-in-bevagna

Le spiagge belle del Salento e della Puglia sono qualcosa che dovete assolutamente scoprire durante le vostre vacanze in estate ma anche in primavera. Ho già scritto diverse volte sull’argomento, cliccate su Spiagge Salento per vedere tutte le mie indicazioni. Oggi voglio segnalarvi la spiaggia bianca con dune di San Pietro in Bevagna, a nord di Porto Cesareo, nel comune di Manduria. Una spiaggia meno conosciuta rispetto a quelle più famose di Gallipoli, Otranto, Torre dell’Orso, le Maldive del Salento e la stessa Porto Cesareo dove ci troviamo noi con la nostra agenzia immobiliare.

san-pietro-in-bevagna-spiaggia

La spiaggia di San Pietro in Bevagna

La spiaggia di San Pietro in Bevagna è lunga poco più di 4 km. Venendo da sud, da Punta Prosciutto e Torre Colimena, la spiaggia si trova per un paio di chilometri circa a ridosso della litoranea, tipo la foto che segue: le dune sono accanto alla litoranea, potete parcheggiare dove trovate posto, oltrepassare le dune e siete già sul mare. La zona si chiama Specchiarica.

san-pietro-in-bevagna-litoranea

Dopo qualche chilometro, invece, si entra nel paese vero e proprio di San Pietro in Bevagna, un paese di seconde case tipico della costa salentina con appartamenti e villette sulla sabbia.

san-pietro-in-bevagna-case

Per darvi un’idea, immaginatevi Torre Lapillo, se ci siete mai stati, ecco: è più o meno così, con strade chiuse che terminano poco prima delle dune, sabbia bianca e mare cristallino. In paese troverete tutti i servizi primari come supermercati, bar, pizzerie, ristorantini e quant’altro serve per una vacanza di breve durata al mare. Il centro di mare principale più vicino è Porto Cesareo dove vi sono la ristorazione e la movida migliori della zona.

san-pietro-in-bevagna-chiesa

Storia di San Pietro in Bevagna

Sull’origine della località circola una leggenda legata alla storia dell’apostolo San Pietro. La leggenda narra che, durante un viaggio per mare, colto da una brutta tempesta, San Pietro naufragò sulle coste ioniche della località e, precisamente, proprio dove oggi sorge la chiesetta al centro del paese. Stanco ed assetato, camminando scorse un pozzo di acqua dolce nei pressi del quale si ergeva una statua di un dio pagano (si suppone fosse Zeus). Vista la scultura San Pietro si fece il segno della croce e, a quel gesto, la statua si frantumò e cadde ai suoi piedi. La gente che assisté al miracolo cominciò a convertirsi al cristianesimo. Poco tempo dopo San Pietro proseguì il suo viaggio ed il paesino cominciò ad essere sempre più popolato da genti venute da lontano per visitare i luoghi sacri nei quali l’apostolo aveva compiuto il miracolo. La chiesetta (Chiesa Rupestre o Cripta del Redentore) che tuttora giace al centro del paese, è di una mistica bellezza che è possibile ammirare in qualunque momento [fonte: Wikipedia]

san-pietro-in-bevagna-sabbia

Cosa vedere nei dintorni di San Pietro in Bevagna

Vi fornisco anche un’idea delle distanze dalle località principali. Manduria dista poco meno di 12 chilometri. E’ un centro da visitare, un paese di origine messapica e con una fortissima tradizione vinicola grazie al suo Primitivo di Manduria, un vino ormai famoso in tutto il mondo. Vi consiglio di fare una capatina qui, ci sono molte cantine che propongono degustazioni organizzate con tour della campagna. Da Porto Cesareo, la distanza è di circa 24 chilometri. Il bello è che tra San Pietro in Bevagna e Porto Cesareo trovate davvero chilometri di spiagge da scoprire, come quelle di Specchiarica, Torre Colimena, Punta Prosciutto e Torre Lapillo. Andando, invece, verso nord, Campomarino si trova a una decina di chilometri, centro abitato con un porto mercantile e turistico e con altre spiagge da scoprire. Vi lascio con altre fotografie che ho scattato nel mese di settembre, un periodo ideale per trascorrere le vacanze in Salento su spiagge deserte e con temperature gradevoli!

dune-san-pietro-in-bevagna

san-pietro-in-bevagna-puglia

san-pietro-in-bevagna-salento

san-pietro-in-bevagna-salento-mare

san-pietro-in-bevagna-spiagge-belle-salento

spiaggia-dune-san-pietro-in-bevagna

spiaggia-specchiarica-salento

Belle vero? Quando ho scattato queste fotografie ho beccato una giornata di vento di tramontana perfetto, il mare era piattissimo! Buone vacanze in Salento. E, chiedetemi pure informazioni se ve ne servono!

La spiaggia di Campomarino di Maruggio

Campomarino di Maruggio, o semplicemente Campomarino, è un tranquillo centro abitato nel nord Salento. Sorge attorno alla torre costiera Torre delle Moline, una delle centinaia di torri che costeggiano tutto il mare del Salento, di quelle che servivano per avvistare un tempo i saraceni. Torre che, tuttavia, non servì ad evitare il saccheggio di Maruggio nel XVII secolo! In questo post vi fornisco maggiori informazioni su questo centro turistico abitato d’estate e vi faccio vedere la spiaggia di sabbia che potete trovare appena a sud della torre. Per le altre spiagge della zona seguirà un altro post che dovete assolutamente leggere perchè vi svelerò una parte del Salento poco battuta ma di un fascino grandioso …

La spiaggia di Torre Colimena con le dune e la salina

Un pezzo di natura e mare salentino da vedere quando siete in zona a trascorrere le vostre vacanze sono la Salina e le Dune di Torre Colimena (Palude del Conte e Dune Costiere) nella riserva naturale del Litorale Tarantino Orientale. La salina si chiama Salina Vecchia o dei Monaci, e si trova appena a nord di Torre Colimena per circa 25 ettari di grandenza.

Elenco di tutti i lidi balneari di Porto Cesareo e dintorni

Stabilimenti balneari da Torre Lapillo fino a Punta Prosciutto

In tanti mi chiedete quali e quanti siano i lidi balneari nella zona di Porto Cesareo. Ho deciso, pertanto, di proporvi un elenco completo suddiviso per zone, dandovi anche alcune dritte sulla loro tipologia. A Porto Cesareo troverete lidi attrezzati indicati alle famiglie con bimbi e altri indicati alla movida giovanile. Solitamente, non si tratta di lidi grandi, come quelli che ho visto in Riviera Romagnola, ad esempio. Questo perchè, nella nostra zona la spiaggia è molto più stretta e, generalmente, i lidi sono con un massimo di cinque file di ombrelloni.

2 videoclip girati sulle spiagge del Salento: Biagio Antonacci e Negroamaro

Che la mia terra stia diventando o sia diventata già l’ombellico d’Italia durante la stagione estiva lo dimostra un certo Biagio Antonacci. Il suo ultimo videclip è emblematico del fatto che il Salento ormai è un luogo mentale a tutti gli effetti, a un certo punto canta così:

non vivo più senza te, anche se, anche se con la vacanza in Salento prendo tempo dentro me