2 videoclip girati sulle spiagge del Salento: Biagio Antonacci e Negroamaro

Che la mia terra stia diventando o sia diventata già l’ombellico d’Italia durante la stagione estiva lo dimostra un certo Biagio Antonacci. Il suo ultimo videclip è emblematico del fatto che il Salento ormai è un luogo mentale a tutti gli effetti, a un certo punto canta così:

non vivo più senza te, anche se, anche se con la vacanza in Salento prendo tempo dentro me

L’atollo del Salento? L’Isola dei Conigli

Vi siete mai chiesti se il Salento ha delle isole? Ci sono, sì. La più bella, secondo me, è l’Isola dei Conigli a Porto Cesareo. Vi suggerisco una visita su di essa per liberarvi completamente da tutti i pensieri del nostro mondo! L’isola propriamente si chiama Isola Grande perchè è la più grande di un insieme di isolotti che si stagliano di fronte al mare di Porto Cesareo. Tuttavia, è conosciuta meglio come Isola dei Conigli. Vi spiego perchè si chiama così e che cosa potete / dovete fare sul nostro …atollo.

Fatto il primo bagno al mare in Salento a fine aprile

Precisamente a Torre Lapillo. Un fine settimana ricco e intenso di lavoro che mi ha visto selezionare altre due ville al mare di Porto Cesareo, località Torre Lapillo, da aggiungere al portfolio di offerta di ville della mia agenzia immobiliare: Villa Gentile (Codice: TL12) e Villa della Manu (Codice: TL13). Le ville si trovano proprio nel cuore della Baia di Torre Lapillo e tra un set fotografico e un altro ho deciso di fare una capatina diretta al mare distante pochi metri dalle ville. Ebbene: mi meraviglio sempre di più ogni volta che vedo il mio mare, sul serio!

La spiaggia e i faraglioni di Torre Sant’Andrea in Salento

La costa adriatica del Salento vi regalerà alcune tra le bellezze paesaggistiche più belle della zona. A differenza della parte del mare Ionio, la costa adriatica è più frastagliata, presenta scogli e rocce e solo a nord di Otranto le spiagge con sabbia: la bellissima spiaggia della Baia dei Turchi e la spiaggia di Torre dell’Orso. Proprio tra queste due spiagge si trova quella che per me è una vera e propria goduria visiva: i faraglioni di Torre Sant’Andrea.

sant'andrea-faraglioni

sant'andrea-faraglioni-arco

sant'andrea-faraglioni-mare

sant'andrea-faraglioni-scogli

Le foto che vedete in questo post le ho fatte il 13 ottobre scorso, periodo dell’anno in cui solitamente termino con il fare i bagni a mare. I faraglioni sono diversi, non saprei quantificarli. Sono situati sul versante nord del villaggio di Torre Sant’Andrea. La zona è esclusivamente scoglio e presenta un buon punto di accesso al mare proprio all’inizio dell’area dei faraglioni: si scende giù per una decina di metri fino a giungere a una piattaforma naturale di roccia. Da qui potete accedere al mare in tutta tranquillità. All’inizio l’acqua non è profonda, la sua altezza aumenta con l’aumentare della distanza dalla costa. In alcuni punti potete fare anche dei tuffi se volete e se li sapete fare. Il faraglione più bello è quello che vedete nella foto di apertura con la forma dell’arco: passateci sotto, è un’esperienza bella che si può fare soltanto in alcuni angoli del mondo. Nuotate, liberatevi, noterete cavità, grotte, piccole insenature. La sostanza di questa roccia è tale da essere malleabile facilmente dal mare e dalla sua forza. Se capitate nella giornata giusta, troverete un’acqua calma e cristallina che non dimenticherete mai più.

sant'andrea-faraglioni-spiaggia

sant'andrea-spiaggia-babilonia

A pochi metri dai faraglioni si trova il piccolo centro abitato di Torre Sant’Andrea, centro abitato che mi piace definire villaggio: è davvero piccolino. Proprio al suo “centro” troverete la spiaggetta di sabbia, piccolina anch’essa, incastonata nell’altrettanto piccola baia di fronte al paese. La spiaggia non è il massimo, qui è un po’ scura, ma è un buon punto se volete riposarvi un attimo. E’ una spiaggia un po’ sui generis perchè, oltre a fornire un punto di accesso al mare ai bagnanti, è anche il porticciolo per le barche dei pescatori locali, barche che potete vedere nelle foto precedenti. Anche da qui noterete altri faraglioni in lontananza e altre cavità e grotte lungo la costa rocciosa sia a destra che a sinistra. Proprio sulla sinistra si trova il rudere della omonima torre cinquecentesca. Inoltre, proprio a ridosso della spiaggetta, troverete lo storico locale Babilonia, di giorno bar, di notte uno dei punti fermi della scena musicale locale estiva, soprattutto per il suo passato reggae: da questo locale sono passati praticamente tutti i musicisti italiani della scenza reggae, world, etno, … A sud di Torre Sant’Andrea inizia la pineta che arriva fino ai laghi Alimini.

Come arrivare a Torre Sant’Andrea

sant'andrea-salento

sant'andrea-spiaggia-barca

Torre Sant’Andrea è una frazione del comune di Melendugno. Per arrivare qui vi suggerisco di fare la litoranea che è bella. Se venite dalla parte nord, Torre Sant’Andrea si trova subito dopo Torre dell’Orso dalla quale dista poco meno di 4 km: da Torre dell’Orso prendete la litoranea in direzione Otranto, oltrepassate Torre Saracena (la vedrete alla vostra destra) e arriverete a un semaforo al quale svolterete a sinistra. Dal semaforo a Torre Sant’Andrea è circa mezzo km. Se, invece, venite da Otranto, quindi da sud, oltrepassate i laghi Alimini, poi Conca Specchiulla per giungere sempre allo stesso semaforo: solo che stavolta svolterete a destra. Da Otranto a Torre Sant’Andrea sono circa 14 km.

Cosa vedere e dove fare il bagno a Castro Marina in Salento

Sono stato a Castro per l’ennesima volta, lungo la litoranea Otranto – Santa Maria di Leuca, una delle più belle d’Italia. La giornata serena e soleggiata mi ha spinto a scattare diverse fotografie e a scrivere questa mini guida a Castro che potrà tornarvi utile nel caso in cui vi troviate a trascorrere le vacanze in Salento. La prima cosa che noterete di Castro è la sua posizione su di una piccola baia dominata nella parte alta dal Castello. La parte bassa prende il nome di Castro Marina, la parte dove c’è il porticciolo. In questo periodo dell’anno Castro è tranquillissima, un paesino bianco dove fare una bella passeggiata tra le sue viuzze, sentire gli uccelli cinguettare e vedere costantemente il mare al tuo fianco. Vi suggerisco alcune cose da vedere e i luoghi pubblici e gli stabilimenti balneari dove fare il bagno in estate.

Una meravigliosa domenica di ottobre al mare del Salento

In questo periodo il mare in Salento assume un’altra forma, diventa più vero. Domenica 2 ottobre, complice la temperatura diurna massima di 30 gradi, ho fatto il bagno più bello dell’anno. Spiagge deserte, acqua calda e una colorazione del mare dal cobalto al turchese al trasparente. Questo post non vuole spiegarvi nient’altro, vuole soltanto dirvi la mia meraviglia nel trascorrere una domenica di ottobre: io e il mare. Per cui, meglio far parlare le mie fotografie.

barca-torre-castiglione

punta-prosciutto-dune

torre-castiglione-caletta

torre-castiglione-cane

torre-castiglione-mare

Le fotografie le ho scattate con il mio cellulare Samsung che si sta rivelando essere un ottimo compagno di viaggio. I colori non sono propriamente reali, mancano un po’ in chiarezza, ma sono ugualmente fedeli alla realtà. Le foto sono state fatte tra Torre Lapillo, Torre Castiglione e Punta Prosciutto. Ma potrebbero essere state fatte tranquillamente anche a Pescoluse, Baia Verde, Torre San Giovanni, Torre Vado, San Pietro in Bevagna: insomma, domenica tutto l’arco ionico salentino era molto Polinesia style.

torre-lapillo-beach

torre-lapillo-ottobre

veduta-torre-castiglione

Se siete in ottobre in Salento, fate una capatina al mare
A settembre e a ottobre farete i bagni più belli della vostra vita, per i motivi che più o meno spiego anche in questo post 10 motivi per cui adoro settembre al mare di Torre Lapillo. La cosa che più mi sorprende è che neanche le persone locali conoscono questa splendida possibilità di trascorrere il fine settimana al mare: ne troverete pochissimi! Se vi trovate a fine settembre o a ottobre in Salento, probabilmente non sarete qui per il mare, forse sarete in qualche masseria a rilassarvi oppure in qualche città d’arte. Ebbene, prendete in considerazione una capatina al mare, lo raggiungete in massimo mezz’ora da qualsiasi posto in cui vi trovate. Se è vento di tramontana, come spesso accade in questo periodo, andate sullo Ionio in qualche spiaggia con sabbia fine e bianca. Sarà tutta per voi e farete il bagno più bello della vostra vita. Garantito, perchè questo è il primo post in tanti anni di carriera di blogger che ho alla spalle, in cui non ho parole per esprimere la bellezza che ho vissuto ieri.

Con questo post io vi lascio per un paio di settimane, arrivano le ferie anche per me. Al ritorno ci saranno diverse novità, molto belle, vi terrò informati. A presto!

10 motivi per cui adoro settembre al mare di Torre Lapillo

Poche persone sulla spiaggia, temperature gradevoli, mare cristallino ...

Con Torre Lapillo intendo anche la zona di Punta Prosciutto e Porto Cesareo. Diciamo anche un po’ tutto il Salento ionico. Mi piace da morire settembre, un mese caldo, tranquillo e con un mare da favola. Quest’anno ci sta regalando temperature quotidiane sempre sopra i 30 gradi e notti tiepidissime tanto che non abbiamo ancora indossato le maniche lunghe durante le serate passate fuori fino a tarda notte. Si sta bene: settembre al mare di Torre Lapillo per me è stato sempre uno dei mesi più belli dell’anno, vi spiego i motivi per cui mi piace tanto. Ma prima vi dico qualche informazione sulle fotografie che vedrete successivamente. Sono foto che ho scattato a partire dall’alba di venerdì scorso lungo tutta la Baia di Torre Lapillo in una passeggiata mattutina rigenerante: sveglia alle 06:30, colazione, passeggiata e bagno a mare alle ore 08:00. Poi sono arrivati i 32 gradi alle ore 12:00 e altro bagno. Sono foto che spiegano benissimo, secondo me, la bellezza di questo periodo nella zona in cui vivo. Partiamo: quali sono i miei 10 motivi per cui adoro settembre al mare di Torre Lapillo? A voi 😉

Le mie 10 spiagge preferite del Salento

Le spiagge più belle dall'Adriatico allo Ionio in Puglia

In questo periodo mi chiedete in tanti: Fabio, quali spiagge ci consigli in Salento? Quali sono le spiagge più belle, bianche, con sabbia fine, famose, da sogno? Ho deciso di stilare una mia top 10 personale, quasi ripartita equamente tra lo Ionio e l’Adriatico. Sono tutte spiagge con sabbia tranne alcune che sono un po’ più ciottolose, ma di una bellezza tale che mi sento comunque di consigliarle. Dall’alto Salento, sul versante ionico, partiamo da Porto Cesareo con le sue spiagge di Punta Prosciutto e Torre Lapillo, scendiamo a sud fino alla spiaggia di Pescoluse (le Maldive del Salento), passando per Porto Selvaggio, Baia Verde di Gallipoli e Torre San Giovanni. Poi risaliamo verso nord dal versante adriatico toccando Acquaviva di Marittima, Porto Badisco, la spiaggia della Baia dei Turchi a Otranto e ci fermiamo a Torre dell’Orso. Scegliendo le mie 10 spiagge preferite ne ho dovuto tralasciare altre, anche altrettanto belle: fa parte del gioco. Ve le spiego più nel dettaglio, dove si trovano, come sono fatte. Le altre le aggiungete voi nei commenti.

La caletta del Salento dove rinfrescarsi, Acquaviva di Marittima

Tra Otranto e Santa Maria di Leuca, la costa più affascinante di tutto il Salento, non ci sono molte spiagge in cui fare il bagno. La costa è con scogliere alte, paesaggi mozzafiato, tante grotte e poche calette adatte alla balneazione. Una di queste, una delle mie preferite, è la caletta di Acquaviva di Marittima. E’ un posto fantastico, nascosto, probabilmente ci passerete senza neanche vederlo perchè dalla litoranea non potete notarlo in nessun modo. Vi dico come fare e, come sempre, fatemi sapere le vostre emozioni una volta che vi fermate lì.

5 località e 2 eventi da non perdere nel Gargano

Dopo l’articolo sui luoghi di culto del Gargano, Stefania Guerra della redazione de Il Diario Montanaro ci suggerisce 5 località da non perdere se passate le vostre vacanze in questa parte magnifica della Puglia: Mattinata, Vieste, Peschici, Rodi Garganico e le Isole Tremiti. Inoltre, Stefania ci consiglia di prendere parte a due bei eventi: il Carpino Folk Festival e FestambienteSud.